fbpx
Politica

La provincia di Agrigento protagonista delle Zone Economiche Speciali

ZES SICILIA, La provincia di Agrigento protagonista delle Zone Economiche Speciali con l’inclusione dei territori di Agrigento, Porto Empedocle, Favara, Licata, Aragona, Ravanusa e Palma di Montechiaro. “Dobbiamo sfruttare al massimo questa opportunità per creare un nuovo importante tessuto economico-industriale in cui i principali attori siano i giovani e rafforzare l’esistente”.

Lo afferma il deputato del M5s Michele Sodano che aggiunge:

“Infatti, grazie all’intenso lavoro del Movimento 5 Stelle in Parlamento, il Governo ha istituito ben due Zone Economiche Speciali per la Regione Siciliana, a dimostrazione del della massima attenzione rivolta nei confronti delle regioni del Sud.
Il riconoscimento delle ZES ci assegna lo status di polo strategico ove, grazie alle notevoli agevolazioni fiscali e alla drastica semplificazione amministrativa, sarà più vantaggioso avviare e far crescere le aziende che, nel nostro territorio, operano nei settori della logistica, dei trasporti e del commercio.
E’ opportuno agire al più presto, definendo subito le idee progettuali e i piani di intervento per la realizzazione di innovative strategie di sviluppo. Come ripeto sempre, per il successo di tali operazioni, è necessario che anche i giovani comincino a prendere iniziativa e a definire il futuro economico della nostra terra basato sulla sostenibilità ambientale e sull’industria 4.0. La provincia di Agrigento deve cogliere al volo questa opportunità, sfruttarla al massimo per creare nuovi posti di lavoro e attirare quanti più investimenti stranieri: nel nostro territorio sono Zone Economiche Speciali i porti e i retroporti di Porto Empedocle e Licata, la retrostante zona industriale posta tra Agrigento, Aragona e Favara, Ravanusa e Palma di Montechiaro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.