fbpx
Regioni ed Enti Locali

La vedova del professor Diego Lana compie una donazione in favore dell’ASP di Agrigento per esprimere gratitudine nei confronti del personale Hospice

Era lo scorso 25 agosto quando Diego Lana, ottantenne docente universitario di economia presso diverse facoltà siciliane, si spegneva presso l’Hospice dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento dopo una lunga malattia. Oggi Cecilia Alaimo, vedova dello stimato professore molto conosciuto non solo a Canicattì, sua terra d’origine, ma pure sul panorama culturale nazionale grazie anche alla pubblicazione di diversi testi tecnici, ha deciso di esprimere con una donazione all’ASP di Agrigento tutta la sua gratitudine per le cure amorevoli e professionali che il marito ha ricevuto dallo staff sociosanitario dell’Hospice. A dodici vassoi da tavolo, utili per facilitare i pasti dei malati che non riescono ad alzarsi più dal letto, la signora Cecilia ha deciso di affidare il compito di simboleggiare la sua riconoscenza nei confronti dei sanitari. Nel corso di un breve ma intenso incontro svoltosi presso la cittadella della salute di Agrigento, il commissario ASP, Mario Zappia ha espresso il ringraziamento dell’Azienda per il bel gesto di generosità cogliendo l’occasione per complimentarsi con lo staff dell’Hospice, struttura territoriale dislocata in ospedale afferente al distretto sanitario di Agrigento diretto da Ercole Marchica. Oltre al commissario Zappia ed al dottore Marchica, ad accogliere la signora Lana sono stati la responsabile Hospice, Paola Toscano, la componente dell’equipe medica, Claudia Sorce, e l’infermiera della struttura Maria Antonietta Mistretta. Presente anche Giusi Baiamonte, referente della sezione agrigentina dell’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica (AISLA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.