fbpx
Sport

L’Akragas Futsal lotta per la “B”: importante vittoria a Mascalucia

akragas futsalStrepitosa prova dell’Akragas Futsal che espugna il Pala Wagner di Mascalucia e mantiene il punto di svantaggio dalla capolista Real Parco, corsara ad Acireale.

Spettacolo era stato pronosticato e spettacolo è stato per il “big match” del sedicesimo turno di Serie C1. Di fronte Mascalucia C5 e Akragas Futsal: alla fine dopo una partita tiratissima con un tempo per parte ne escono vittoriosi i bianco azzurri di Peppe Castiglione.

Una partita splendida, tirata, combattuta che vede i ragazzi della Valle dei Templi chiudere la prima frazione di gioco con il risultato di 2 a 0 grazie alla doppietta di uno strepitoso Carlo Hamici.

La prima frazione di gioco è in sintesi: quantità e qualità di un gruppo che affronta uno dei parquet più duri della Sicilia col piglio da grande squadra dove è Davide Cottone a dettare tempi e ritmi dopo l’infortunio di Gianluca Isgrò, con Cillari che si erge a baluardo sulle folate etnee, ma nel complesso il quintetto akragantino controlla con autorevolezza il match.

Ma che il Mascalucia sia squadra tosta soprattutto in casa, è un dato di fatto (gli etnei erano ancora imbattuti in questa stagione sul parquet amico ndr) e ripartono a testa bassa, caricando in Gigante. Gli uomini di Bosco con Marchese, Buzzanga e Finocchiaro riescono a tenere sulla difensiva la squadra della Valle: strepitose alcune parate di Cillari e riescono ad accorciare le distanze al ventesimo su una strepitosa conclusione di Buzzanga.

Il “gigante”, incassa, ma non accusa il colpo, riparte e sfiora la rete con Colore prima e Cottone poi (sul palo una sua strepitosa azione personale ndr): riuscendo con lo scatenato Carlo Hamici a trovare la rete del 3 a 1 grazie ad una strepitosa azione personale.

Tornato sul doppio vantaggio il roster biancoazzurro arretra il proprio raggio d’azione, la partita diventa più nervosa e al trentesimo arriva il sesto fallo che consegna il tiro libero ai padroni di casa: Cillari intuisce ma la conclusione di Finocchiaro termina in rete è 3 a 2.

A questo punto con un paio di minuti da giocare la squadra etnea ci crede, provando ad acciuffare il pari al photofinish, ma le conclusioni di Marchese e Buzzanga non trovano lo specchio della porta, arriva così il fischio finale che attesta la vittoria biancoazzurra.

In classica restano pertanto invariate le distanze tra le prime tre della classe, vince anche lo United Capaci che allungano sulle inseguitrici in conclusione una prova decisamente convincente quella odierna per gli uomini di Castiglione che battano un ottimo Mascalucia mandando un chiaro segnale all’intero campionato: il “gigante” vuole la Serie B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.