fbpx
Regioni ed Enti Locali

Lampedusa e Bologna insieme: incontro fra i Sindaci

Tra Lampedusa e Bologna è nata una bella amicizia! “Ho avuto il piacere di conoscere il sindaco Virginio Merola, che mi ha ricevuto a Palazzo d’Accursio insieme con l’assessore alle Relazioni europee ed internazionali, ed ONG Marco Lombardo. Abbiamo messo a confronto le nostre esperienze da amministratori, gettando le basi per una collaborazione su diversi temi che avvicinano le nostre realtà. Ringrazio ancora il sindaco Merola ed il suo staff per l’accoglienza e la disponibilità ad avviare un percorso comune, e mi complimento con lui (e con i bolognesi) per il modo in cui è amministrata e valorizzata la loro splendida città”.

Lo afferma il Sindaco di Lampedusa e Linosa, Totò Martello che aggiunge:

“Nella stessa giornata sono stato anche a Marzabotto, cittadina sulle colline di Bologna tristemente nota per l’eccidio nazista del ’44. Insieme con il sindaco Romano Franchi (a proposito, spero di rivederlo presto a Lampedusa!) abbiamo ripercorso i luoghi della memoria, Monte Sole e Casaglia, il Sacrario delle vittime, consapevoli di quanto – oggi più che mai – sia importante ricordare e riflettere, per guardare avanti. Subito dopo ho visitato una realtà da prendere a modello sul fronte dell’integrazione vera ed efficace: la cooperativa sociale “Cartiera” (che ha sede a Lama di Reno, frazione di Marzabotto) nella quale giovani migranti, adeguatamente formati, si impegnano e lavorano realizzando prodotti di pelletteria con artigiani del Made in Italy. Una iniziativa di coop Lai-momo, impegnata in progetti di moda etica in collaborazione con ITC Ethical Fashion Initiative. Non poteva mancare una concreta riunione di lavoro a Sasso Marconi, presso la sede dell’associazione Africa e Mediterraneo, partner del progetto Snap shots Form The Borders, del quale il comune di Lampedusa e Linosa è capofila”.

“Ringrazio tutti quelli che ho incontrato e che hanno reso la mia “giornata bolognese” bella e interessante, oltre ogni aspettativa. Rientro a Lampedusa con un bagaglio di conoscenze e di rapporti umani ed istituzionali che serviranno alla nostra isola per crescere ed essere ancora più vivibile ed accogliente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.