fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali Spalla

Lampedusa, in corso l’imbarco sulla nave-quarantena dei migranti approdati sull’isola

La nave quarantena “Allegra” si trova al momento ormeggiata presso Lampedusa ed è attualmente in corso l’imbarco – ai fini dello svolgimento del periodo di quarantena – dei migranti approdati sull’isola nel corso degli ultimi giorni.

A comunicarlo la Prefettura di Agrigento.

Come noto, prima dell’imbarco i migranti, già preidentificati dalle Forze dell’Ordine al momento dell’arrivo, vengono sottoposti a fotosegnalamento (con l’acquisizione delle impronte digitali) ed alle verifiche di pubblica sicurezza di competenza della Polizia di Stato.
Gli stessi sono altresì sottoposti a visita medica, per l’accertamento delle condizioni di salute, nonché al tampone per escludere la positività al COVID-19. Gli ospiti risultati negativi vengono imbarcati sulla nave quarantena in corti separate, in modo da escludere qualunque promiscuità tra gruppi diversi e contenere ulteriormente il rischio di contagio. I soggetti risultati positivi al COVID-19 vengono invece accolti in ambienti specifici in condizioni di assoluto isolamento, in modo da evitare ogni contatto, nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti in materia.
I servizi di accoglienza e mediazione a bordo sono garantiti dalla Croce Rossa Italiana, sulla base di un protocollo sottoscritto con il Ministero dell’Interno.
I minori stranieri non accompagnati, invece, vengono trasferiti direttamente sulla terra ferma mediante nave di linea, e sono destinati ad appositi centri di accoglienza per lo svolgimento della quarantena.
Contemporaneamente all’alleggerimento delle presenze nel centro, proseguono infine presso l’hotspot dell’isola i lavori di ristrutturazione, che consentiranno dalla prossima settimana di disporre nuovamente di un edificio interamente ristrutturato così migliorando al contempo le condizioni di accoglienza degli ospiti e il rispetto delle misure di distanziamento. Nel corso della settimana saranno inoltre completati i lavori di rifacimento della recinzione esterna, così da rafforzare ulteriormente le condizioni di sicurezza della citata struttura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.