fbpx
Regioni ed Enti Locali

L’arte del corallo in mostra al castello di Naro

coralloPlatimiro Fiorenza forse è l’ultimo dei curaddari, ovvero di quegli artigiani del corallo i quali, specialmente nel trapanese, sono stati molto attivi e rinomati nei secoli precedenti.

Poco più che settantenne, oggi Platimiro Fiorenza fa parte delle eredità immateriali dell’identità siciliana ed è stato iscritto nel R.E.I./Sezione del “Libro dei Tesori Umani Viventi”, quale detentore di un sapere che il tempo e il progresso hanno rischiato di cancellare per sempre.
Una sua opera, la “Madonna di Trapani”, alta 34 cm, in oro, corallo e pietre preziose, è attualmente esposta ai Musei Vaticani, mentre i primi due giorni d’agosto (sabato e domenica), i suoi gioielli e le sue opere in corallo verranno esposte nel Castello medievale di Naro, a fare il paio con la Mostra permanente d’abiti d’epoca della collezione di Melchiorre Milco Dalacchi.
L’evento s’inserisce nel quadro delle manifestazioni del circuito I ART e, in particolare, del festival del Castello dell’Arte a cura di Rosadea Fiorenza e Maria Todaro.
Sarà un vero e proprio Week end dell’arte, dunque, con la centralità della mostra esclusiva “Rosso Corallo” di Platimiro Fiorenza e con una serie di iniziative artistiche e culturali di contorno che sono stati programmate in collaborazione con l’Associazione Indara, con il Club UNESCO di Agrigento e con il Rotary Club diTrapani Birgi Mozia.
Il primo appuntamento è per sabato 1 agosto, alle ore 20.00, all’interno della suggestiva sede del Castello di Naro, con l’inaugurazione della mostra “Platimiro Fiorenza RossoCorallo” e con la conferenza sulle Maestranze Trapanesi che anticamente operarono a Naro (a partire dagli artisti rococò che realizzarono il Lavabo all’interno della Sacrestia di San Francesco e, sempre all’interno di quest’ultima, lo Sposalizio della Vergine del trapanese Giuseppe Mazzarese, per concludere con la Madonna di Trapani situata nella Chiesa del Santissimo Salvatore. Tali opere potranno essere visionate in fotografia grazie gli scatti dei fotografi dell’Associazione L’ora Blu di Naro).
Alla conferenza presidieranno Il Sindaco Calogero Cremona, le curatrici Rosadea Fiorenza e Maria Todaro, l’esperto Sergio Intorre e lo stesso maestro corallaio Platimiro Fiorenza. A seguire, si esibirà il poliedrico artista locale Salvatore Nocera Bracco e, a conclusione, ci sarà una degustazione di prodotti tipici del luogo.
Domenica 2 agosto sarà la volta di In Giro per Naro, a cura dell’Associazione Indara, con visita alla chiesa e alla sacrestia di San Francesco, alla mostra permanente d’arte grafica e al Castello, dove si concluderà il percorso, con l’esibizione del soprano Sara Chianetta e con la II edizione della Festa del cibo di strada.

“Proseguono, in tutta la loro straordinaria originalità, – afferma il sindaco di Naro – le iniziative culturali ed artistiche del Castello d’Arte, che sta portando numerosi visitatori, i quali possono così conciliare il gusto per l’arte contemporanea con le bellezze storiche, monumentali e paesaggistiche di Naro. Il programma è molto ricco e a seguire ci saranno altri eventi di notevole rilievo che dureranno sino alla fine di settembre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.