fbpx
Regioni ed Enti Locali

L’Ente Parco concede ai Volontari di Strada un terreno nella Valle dei Templi

Si arricchisce di un altro “pezzetto” di terreno l’Orto Sociale dei Volontari di Strada di Agrigento. Come si ricorderà, l’idea è partita nel febbraio 2016, quando la famiglia Moscato, con in testa Giovanni Moscato, direttore del Teatro della Posta Vecchia, compiendo un gesto di grande generosità, ha deciso di donare all’Associazione Onlus un’area di circa 3.600 metri quadrati all’interno del Parco Archeologico della Valle dei Templi.

Grazie all’impegno dei volontari, ma anche alla collaborazione di alcuni esperti nel settore e al contributo di alcuni enti e dell’Unicredit di Agrigento che hanno consentito l’acquisto di materiali e di attrezzature, la suddetta area, non coltivata da diversi anni, è stata recuperata attraverso una serie di interventi.

E così sono stati prodotti l’Olio degli Dei, oltre 55 litri di olio di oliva biologico di ottima qualità, ma anche il Limoncello e il Melagranello della solidarietà, il cui ricavato è stato utilizzato per l’acquisto di generi di prima necessità, distribuiti alle decine e decine di famiglie bisognose che la nostra associazione aiuta da anni.

Alla luce di tutto ciò, nei mesi scorsi l’Associazione ha avanzato richiesta al Consiglio del Parco Archeologico della Valle dei Templi di concedere, a titolo gratuito, un terreno non coltivato confinante, al fine di potere aumentare il raggio della nostra azione. Appello raccolto con grande disponibilità e sensibilità dal Consiglio dell’Ente Parco. E così il Presidente dell’Associazione Onlus “Volontari di Strada” di Agrigento, Anna Marino e il Direttore dell’Ente Parco Archeologico Valle dei Templi, Giuseppe Parello, hanno firmato un documento con il quale viene concessa all’Associazione Onlus, per la durata di sei anni, una particella di terreno all’interno del Parco.

“Esprimiamo un forte e sentito ringraziamento al Direttore dell’Ente Parco, dott. Giuseppe Parello – sottolinea la presidente Anna Marino – per la sensibilità dimostrata nell’avere accolto la nostra richiesta. L’ Orto sociale, da un paio di anni, consente di formare ed impegnare professionalmente delle persone e di aumentare la coltivazione dei prodotti che non solo sono utilizzati per sostenere le famiglie bisognose, ma anche un’occasione di autofinanziarsi e di sostenere il progetto, instaurando, in tal modo, un circolo virtuoso in un’ottica di sviluppo, di crescita e di indipendenza dagli aiuti esterni. Inoltre sono stati predisposti anche progetti in collaborazione con le scuole primarie come percorso di sensibilizzazione e formazione per i bambini – conclude la Presidente Anna Marino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.