fbpx
Editoriali

Lettera di Gaziano a Firetto: “No alla cittadinanza onoraria ad Andrea Camilleri, sostenitore del rigassificatore sotto la Valle dei Templi”

camilleriIl presidente dell’associazione “Salviamo la Valle dei Templi di Agrigento”, Gaetano Gaziano, scrive una lettera al sindaco di Agrigento Lillo Firetto, lanciando un accorato appello affinchè non venga concessa la cittadinanza onoraria allo scrittore empedoclino Andrea Camilleri, sostenitore del rigassificatore: 

Egregio Sindaco Firetto, apprendo da un’ansa del 4 settembre che lei intende iniziare la procedura di conferimento della cittadinanza onoraria ad Andrea Camilleri. Ciò è in aperta contraddizione con l’impegno preso con la città di Agrigento di rispettarne la contrarietà al progetto di costruire un rigassificatore sotto la Valle dei Templi di Agrigento, sito Unesco. Lei sa che Camilleri, paladino dei diritti civili e dell’ambiente, incredibilmente si è fatto sostenitore dell’indecoroso progetto gasiero al confine del nostro parco archeologico, dichiarando (leggi Repubblica.it del 27 gennaio 2009 ): “Sono rimasto particolarmente soddisfatto nell’apprendere che a Porto Empedocle verrà realizzato dall’Enel un rigassificatore. Questa, a parer mio, è la giusta conclusione di un iter progettuale che è andato per le lunghe ma che ora si è finalmente concretizzato. Si tratta di un impianto estremamente utile non solo per sviluppare l’economia locale ma per l’intero Paese, che ridarà fiato e speranza alla gente e garantirà un importante ritorno economico al territorio” Non conosco le motivazioni di Camilleri (anche se posso intuirle), ma conferirgli la cittadinanza onoraria di Agrigento, conosciuta in tutto il mondo proprio per la Valle dei Templi, sarebbe un evidente schiaffo agli agrigentini. Le chiedo, quindi, di rivedere questa sua posizione. In alternativa, se proprio insiste, le chiedo di sottoporre a referendum popolare la sua proposta, perché siano gli agrigentini a decidere. Le ricordo che lei, da sindaco di Porto Empedocle, sottopose a referendum popolare la scelta del modello per la realizzazione di una statua di bronzo da dedicare al commissario Montalbano, creatura di Camilleri. Ritengo che il conferimento della cittadinanza onoraria a Camilleri sia un argomento molto più importante di quello (pur simpatico) della scelta della statua di Montalbano. Lei, signor Sindaco, è persona intelligente e sa bene che la sua iniziativa di conferimento, non supportata da previo referendum popolare, assumerebbe il sapore netto di un’operazione di puro maquillage pubblicitario“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.