fbpx
Regioni ed Enti Locali

Licata: Anteas Cisl raccoglie le adesioni contro le “cartelle pazze”

licataAnteas Cisl, sempre più agguerrita contro il Comune di Licata.

L’associazione si è fatta promotrice della “Class in action” per la questione “cartelle pazze”, indirizzate illegittimamente ai cittadini licatesi.

È partita il 13 gennaio – annuncia Antonino Amato, presidente di Anteas – la raccolta di adesione al ricorso collettivo, per quanto riguarda l’illegittimità degli avvisi di accertamento relativi alla Tarsu. C’e’ stata una grande affluenza di persone e quindi di adesioni. La gente, oltre ad aderire all’iniziativa, ha fatto rilevare che ha incontrato enormi disagi e difficoltà ad avere delucidazioni in merito alla Tarsu dagli uffici dell’Engineering. Questa affluenza – aggiunge Amato – ci spinge a continuare l’azione a difesa dei cittadini vessati da tasse (Tarsu) frutto di atti illegittimi e nell’imbarazzante silenzio da parte delle istituzioni comunali”.

Il passo risolutivo per Anteas Cisl sarebbe l’incontro con gli amministratori del comune da cui ad oggi, ha ottenuto solo un sielenzio assordante. Solo il sindaco avrebbe fatto un piccolo passo per comprendere la questione tributi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.