fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali Spalla

Licata, porto turistico “Marina Cala del Sole”: la Procura ricorre in Appello

Presentato dalla Procura della Repubblica di Agrigento il ricorso in appello avverso la sentenza di primo grado emessa dal Tribunale della città dei Templi che stabilì una condanna e sei assoluzioni sulla vicenda relativa al porto turistico “Marina Cala del Sole” di Licata.

Come si ricorderà, unico condannato a 3 mesi di reclusione per “occupazione di suolo pubblico” fu l’imprenditore che realizzò la struttura, mentre furono assolti l’ingegnare Vincenzo Ortega (capo ufficio tecnico del Comune di Licata), Salvatore Geraci, Andrea Occhipinti, Giuseppina Maria Pia Amato, Paola Vizzini, e Bartolo Consagra.

L’inchiesta, nacque all’esposto presentata da una associazione, parte civile nel processo, e portò poi al sequestro del porticciolo turistico e delle annesse strutture accessorie. Anche il Comune di Licata si costituì parte civile con la rappresentanza dell’avvocato Salvatore Pennica.

Il pm, nel ricorso rivolto ai giudici della Corte di Appello di Palermo ed inriforma dell’impugnata sentenza di primo grado, ha chiesto che dichiari colpevoli Luigi Geraci, Vincenzo Ortega, Andrea Occhipinti, e Giuseppa Maria pia Amato, e li condanni alla pena richiesta dal Pm in udienza ovvero a quella ritenuta equa dalla Corte adita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.