fbpx
Apertura Cronaca

Maltempo Agrigento, “day after”. Firetto ai cittadini: “fateci sapere quali sono i danni subiti e la quantificazione” – VIDEO

Chiediamo ai nostri concittadini, preferibilmente delle perizie, di farci conoscere quali sono i danni patiti e la quantificazione. Perizie che vanno consegnate all’ufficio di Protezione civile comunale. Sarà nostra cura, avendo censito l’entità del danno complessivo, trasmettere il dato sintetico prima e quello specifico dopo alla Regione e al ministero dell’Interno“.

Sono le parole del Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, che in conferenza stampa è voluto intervenire il giorno dopo l’allerta meteo “rossa” che soprattutto nella serata di sabato ha causato non pochi disagi e problemi.

Presente in conferenza anche l’assessore comunale alla Protezione civile, Gabriella Battaglia.

Polemiche di piccolo cabotaggio – ha sottolineato Firetto che ha risposto alle polemiche delle ultime ore su presunti ritardi nella comunicazione dell’allerta e del pericolo esondazione del fiume Akragas – si archiviano da sé. La macchina per fortuna ha funzionato bene; l’allarme è stato lanciato 24 ore prima con l’ordinanza che dava precise indicazioni“.

E sull’esondazione del fiume agrigentino, il primo cittadino ha evidenziato: “La condizione del fiume è rientrata. Nel giro di due ore, la portata è rientrata di circa due metri. L’asta del fiume veniva controllata da diversi giorni e quindi il controllo c’era anche la foce. A molti cittadini è sembrato un eccessivo allarme quello che era stato comunicato e dunque è stato sottovalutato. Nelle ordinanze, a partire dal 31, si faceva riferimento al divieto di transito veicolare e pedonale nelle zone interessate dagli allagamenti e esondazione. E fra queste alla foce del fiume Akragas che, già in passato, era stata interessata da esondazioni“.

Poi il Sindaco della città dei templi ha voluto ringraziare la macchina organizzativa con in testa gli uomini delle Forze dell’Ordine che non hanno mai fatto mancare il loro supporto nelle situazioni di emergenza verificate.

Intanto, per domani le scuole nella città capoluogo dovrebbero essere aperte, nonostante in molti comuni della provincia i Sindaci hanno deciso la chiusura per eseguire delle verifiche.

(Guarda la videointervista)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.