fbpx
Politica Regioni ed Enti Locali Spalla

Maltempo, Di Maio e Cancelleri a Licata: interventi per affrontare le emergenze

“Preso atto del continuo mutare della realtà atmosferica, ci impone di intervenire, come Governo centrale di intervenire non solo per affrontare le emergenze, ma di investire sulle infrastrutture”.

In sintesi è questo il concetto espresso stamani dal Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in visita a Licata, unitamente al Vice Ministro alle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, nel corso dell’incontro ufficiale avuto al Palazzo di Città con il Sindaco Giuseppe Galanti,e diversi componenti della Giunta municipale, con il Presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Russotto e diversi consiglieri.

Nel corso dell’incontro, il Sindaco Galanti ha esposto ai due rappresentanti del Governo, la situazione in cui è venuta a trovarsi Licata a seguito dei recenti eventi atmosferici (alluvione, mareggiata, tromba d’aria) che nei giorni 11, 12 e 19 novembre hanno colpito la città, provocando ingenti danni alle infrastrutture, alla costa, all’agricoltura ed al settore turistico, che hanno reso ancora più pesante una situazione già grave da diverso tempo per mancanza di programmati interventi. Da ciò l’appello del Sindaco rivolto al Ministro Di Maio ed al Vice Ministro Cancelleri, perchè il Governo centrale, nell’ambito delle sue competenze, intervenga alla pari di quanto già fatto per altre parti d’Italia.
Il Ministro Di Maio, a tal proposito ha informato i presenti che Governo, nel Consiglio dei Ministri di ieri l’altro, ha già stanziato un primo finanziamento di dieci milioni di euro a favore dei territori danneggiati in Sicilia, somma destinata ad aumentare in un secondo tempo. A tal proposito ha sollecitato chi di competenza a predisporre una reale stima dei danni registrati all’interno del territorio comunale.

Fa parte sua, il Vice Ministro Cancelleri, in considerazione delle carenze organiche dell’ente, ha pubblicamente affermato che il Governo ha proposto al Comune di Licata, all’Anas, che è una struttura dello Stato, e alla Regione Sicilia, la sottoscrizione di un protocollo d’intesa in base al quale l’Anas interverrebbe nella qualità di ente progettuale e appaltante, per la realizzazione delle opere di risanamento del dissesto idrogeologico per la messa in sicurezza del territorio comunale, opera per la quale sin dal 2016 giace un apposito finanziamento di 30 milioni di euro, già regolarmente deliberato dal Governo Regionale. Da parte dell’Anas e del Comune di Licata c’è già la piena disponibilità a sottoscrivere la convenzione, mentre si è in attesa di conoscere la volontà del Governo Regionale. Il tutto ha sottolineato Cancelleri in uno spirito di piena collaborazione tra i vari enti, senza alcun intento di dare vita ad un’invasione di campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.