fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Maltempo: Pasquale Amato, sindaco di Palma di Montechiaro, invoca l’aiuto dello Stato

pioggia-lampedusaPasquale Amato, primo cittadino di Palma di Montechiaro, all’indomani del terribile nubifragio che ha colpito le zone dell’entroterra agrigentino, si sente in dovere di appellarsi allo Stato:

Serve un nuovo sistema di smaltimento delle acque piovane, perché quello che abbiamo è drammaticamente inefficace”.

Se lo Stato, gli italiani, non vogliono rivelarsi ipocriti, pronti a piangere dopo che la tragedia accade, – prosegue Amato – interveniamo ora in modo programmatico ma risolutivo. Si aspetta che il prevedibile maggior ristagno delle acque crei condizioni igienico-sanitarie pericolosamente irreversibili? Uniamo il nostro impegno per superare problemi superiori”.

Intanto è arrivato il triste momento della conta dei danni, per tale ragione il primo cittadino di Palma ha fatto un giro di ricognizione insieme agli agenti della polizia municipale. “Abbiamo registrato la necessità di rimuovere detriti trascinati dalle correnti alluvionali – scrive il sindaco Amato – che hanno coperto caditoie e inghiottitoi, posti nella zona nord del centro abitato, in via I Maggio incrocio con la via Boccaccio e via Marzabotto in corrispondenza dell’attraversamento del condotto delle acque provenienti dall’ex strada ferrata nella zona del serbatoio-Pizzillo”.

A Licata – ha spiegato ancora il sindaco – non è caduta più acqua che a Palma di Montechiaro, ma la condizione del nostro territorio ci aiuta a smaltire le acque. Invece, a Licata, con le fognature con scarsa pendenza, prossime al livello del mare, la sedimentazione dei materiali trascinati dalle acque piovane, occlude la sezione delle fognature piano piano fino a vanificarne le funzioni. È un problema che può solo sempre più degenerare ed è risolvibile attraverso un intervento tempestivo e radicale di rifacimento del sistema fognario, possibile solo attraverso uno sforzo straordinario nazionale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.