fbpx
Regioni ed Enti Locali

Martedì a Grotte #LaTrattativa con Sabina Guzzanti

sabina guzzantiMartedì 5 maggio alle ore 20,30 al Cine Teatro “Antonio Liotta” di Grotte, l’associazione Culturale “Nino Martoglio” del giovane operatore culturale Aristotele Cuffaro presenterà un incontro-dibattito con l’attrice e regista Sabina Guzzanti.

L’evento, moderato da Carmelo Arnone e patrocinato dal Comune di Grotte e della Presidenza della Regione Siciliana, sarà preceduto dalla presentazione e proiezione del film-documentario “La Trattativa” diretto dalla brillante Sabina Guzzanti ed incentrato sui rapporti Stato-Mafia negli anni Novanta.

Il docufilm vuole raccontare alcuni tristi episodi della storia italiana negli anni novanta, partendo da alcune dichiarazioni processuali, interviste, indagini, memorie e fatti realmente accaduti per porre l’attenzione su particolari aspetti di quel periodo: Cosa si intende per trattativa? Quali concessioni in cambio della cessazione delle stragi? Chi assassinò Giovanni Falcone e Paolo Borsellino? Il tutto con una riflessione sui rapporti tra Politica, Chiesa, Mafia, Forze dell’Ordine.

Sabina Guzzanti ha voluto ripercorrere il quadro politico e storico passando in rassegna tutte le indagini di un periodo ancora oggi “oscuro” auspicando che prima o poi il senso di giustizia e legalità possa finalmente avere la meglio.

“La trattativa tra Stato e mafia – afferma la Guzzanti – è il patto su cui si è fondata la seconda repubblica. Capirlo serve a spiegare perché le nostre istituzioni non contano più nulla, perché le persone di talento se ne devono andare all’estero e perché solo i peggiori si danno alla politica. Serve a spiegare perché gli appalti pubblici arrivano sempre alle stesse imprese. A tutt’oggi, dopo vent’anni, il Parlamento italiano è mobilitato a tempo pieno per realizzare il piano di rinascita democratica di Licio Gelli. Perché siamo con le pezze al culo, perché questo paese pieno di risorse e di intelligenze è stato umiliato e rapinato e perché, pur sapendolo, non abbiamo potuto fare niente per impedirlo”.

Ad arricchire l’elaborazione del film anche la fotografia di Daniele Ciprì e le musiche di Nicola Piovani. La pellicola, la cui produzione è durata ben quattro anni, è stata proiettata fuori concorso, in anteprima, alla 71^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia il 3 settembre 2014. Il 14 novembre dello stesso anno è arrivata anche in Parlamento. Uscito il 2 ottobre 2014 sugli schermi italiani, il film ha riportato consensi e buona critica ed è stato richiesto ed apprezzato anche al di fuori del circuito cinematografico coinvolgendo l’attenzione di cittadini, scuole e associazioni.

Per la partecipazione all’incontro di Grotte, per il quale è richiesto un contributo di cinque euro, è possibile effettuare la prenotazione contattando l’organizzatore Aristotele Cuffaro al numero 3887908838.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.