fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Microcredito: il Libero Consorzio Comunale di Agrigento si conferma “capofila” nell’Isola

Lusinghieri apprezzamenti per l’attività svolta e la professionalità dimostrata dagli addetti al “Servizio di assistenza al microcredito” del Libero Consorzio Comunale di Agrigento, nel corso di un incontro svoltosi in video conferenza tra gli operatori degli oltre 120 sportelli microcredito presenti su tutto il territorio nazionale ed i vertici dell’Ente Nazionale per il Microcredito: il Presidente On.le Mario Baccini, il Dott. Roberto Marta Direttore centrale e, per la “l’area Sicilia” la Dott.ssa Valentina Lupo responsabile della rete degli sportelli per le province di Agrigento, Trapani, Caltanissetta e Palermo.

All’incontro hanno partecipato anche rappresentanti delle Camere di Commercio, dell’Inps e delle Associazioni di categoria imprenditoriali.

A rappresentare la provincia di Agrigento sono stati gli operatori del Libero Consorzio Comunale (ex Provincia Regionale) impegnati nelle sette sedi degli Uffici Relazioni con il Pubblico dell’ente territoriale.

Il Libero Consorzio Comunale di Agrigento offre assistenza e consulenza in materia di “microcredito” e microimprenditorialietà attraverso i propri “sportelli” delle sette sedi Urp dislocate su tutto il territorio provinciale grazie ad un atto di accordo, promosso dalla Direzione del relativo Settore dell’Ente guidata dal Dott. Ignazio Gennaro e sottoscritto dal Commissario Straordinario Dott. Alberto Di Pisa.
Tale attività di assistenza e consulenza, costituisce un importante strumento di promozione delle opportunità offerte dall’Ente Nazionale per il microcredito, così come è possibile rilevare dalle numerose richieste di informazione inserite nel portale web.

Per l’ “Ente nazionale per il Microcredito” l’atto di accordo sottoscritto con il Libero Consorzio Comunale di Agrigento rappresenta una sorta di “progetto pilota” da proporre a tutti gli altri Liberi Consorzi siciliani e le Province italiane: non soltanto in quanto è stato il primo (in ordine di tempo) ad essere stato stipulato, ma nella considerazione del radicamento storico delle Province nei rispettivi contesti territoriali e del notevole interesse suscitato tra i giovani – anche appartenenti a paesi non comunitari – che in questo momento di congiuntura hanno avuto modo di “provare” a “mettersi in gioco” lanciando un’ idea di “micro- imprenditorialità”, finanziabile da un minimo di 25.000 a 35.000 euro, anche in continuità con l’impresa familiare.

L’incontro tra gli operatori territoriali ed i vertici dell’Ente nazionale per il Microcredito si è concluso con la presentazione dei nuovi programmi di finanziamento e con un aggiornamento per tutti gli operatori sulle modalità di informazione e inserimento dati.

L’Ente Nazionale per il Microcredito è un ente pubblico non economico che esercita importanti funzioni in materia di microcredito e microfinanza, a livello nazionale ed internazionale. In particolare: la promozione, indirizzo, agevolazione, valutazione e monitoraggio degli strumenti microfinanziari promossi dall’Unione Europea e delle attività microfinanziarie realizzate a valere sui fondi comunitari; il monitoraggio e valutazione delle iniziative italiane di microcredito e microfinanza; la promozione e sostegno dei programmi di microcredito e microfinanza destinati allo sviluppo economico e sociale del Paese, nonché ai Paesi in via di sviluppo e alle economie in transizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.