fbpx
Intrattenimento, cinema e Tv

Narcos: da settembre arriva la terza serie

narcos1Non è la morte di Pablo Escobar a segnare la fine di una delle più amate serie tv/web targate Netflix. Anzi. Dal 1° settembre andrà in onda la tanto attesa terza serie, con un obiettivo importante: registrare lo stesso successo di pubblica e critica delle prime due. Non sarà un gioco da ragazzi.

Dove eravamo rimasti
Il rientro dalle vacanze sarà addolcito dal termine dell’attesa. Settembre, su Netflix, si apre all’insegna delle nuove avventure del cartello della droga più spietato di sempre. Torna Narcos, con la terza serie e le inedite puntate che sullo schermo racconteranno cosa ne sarà dei signori della droga dopo la morte di Pablo Escobar. La droga continua a scorrere a fiumi, prendono vita nuovi equilibri, vengono eletti quattro nuovi signori. Sono i padroni del cartello di Cali, che a poco a poco stanno costruendo un nuovo impero corrompendo funzionari e cercando di non comparire sulle prime pagine dei giornali. La serie, senza il suo più grande protagonista, la cui interpretazione del narcotrafficante più famoso al mondo è stata molto acclamata, vedrà volti nuovi, nuovi personaggi, nuove storie. A contrastarli, ancora una volta, la Dea, con in prima fila l’agente Javier Pena.

Narcos oltre Escobar
La scelta di andare avanti nella narrazione, dopo la morte di Pablo Escobar, è dettata dalla volontà di raccontare una storia che va ben oltre una biografia e che assume i contorni di quella dell’universo del narcotraffico latinoamericano, passato da Medellin a Cali. Narcos, a differenza delle serie che lo hanno preceduto o dei film che sono stati dedicati al più grande criminale di sempre, tratteggia un lato della psicologia dei narcotrafficanti che li umanizza, mettendone in luce paranoie e fragilità. Un tentativo, forse, di trovare una ragione, un senso nelle atrocità compiute, capace di andare oltre il mero e freddo business.

Per i nostalgici
Per chi non può aspettare settembre e già sente forte la nostalgia delle vicende dei Narcos colombiani è bene sapere che su Netflix è possibile vedere Narcos in streaming, come spiega anche l’articolo del blog di Screenweek, comprese le puntate della seconda serie. Sono queste le puntate che raccontano il periodo più complesso della storia di Pablo Escobar, quello che lo vede latitante, uomo braccato e in fuga costante. Dieci puntate che vedranno porre la parola fine alla storia del narcotrafficante ma non a quella del cartello della droga colombiano che si reiventa e raccoglie un’eredità molto pesante.

Un periodo buio
Le vicende narrate da una serie tv accolta con grade clamore dal pubblico sono quelle di uno dei periodi più bui della legalità nel mondo. Negli anni Ottanta, negli Stati Uniti e in Europa dilaga la droga. Le forze dell’ordine sono quotidianamente impegnate nella lotta contro i narcotrafficanti e con grandi sacrifici riescono a mettere a punto diversi risultati. A volte piccoli, a volte più significativi. Il mercato della cocaina fa girare soldi ma anche la testa di molti, riscrivendo e cambiando equilibri che si credevano definiti e dando vita a conflitti costanti tra forze diverse: legali, politiche, militari e civili. Il successo di questa serie tv è arrivato, forse inaspettato ma molto ha fatto la magistrale interpretazione di Wagner Moura, nei panni di Pablo Escobar. Ecco perché l’attesa per la terza serie è accompagnata da una domanda: sarà all’altezza delle aspettative anche senza di lui?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.