fbpx
Apertura Cronaca

Naro, agguato a colpi di spranga e bastone: parte il processo

Slitta al prossimo 7 marzo l’udienza nell’ambito del processo a carico del 44enne Vasile Lupascu, e del figlio Vladut Vasile Lupascu, accusati di avere ucciso il 37enne agricoltore Pinau Constantin lo scorso 8 luglio in un agguato nel quale rimase ferita anche la moglie della vittima.

Il processo, dopo la scelta del rito abbreviato, è slittato per il mancato accompagnamento in Tribunale del 19enne imputato insieme al padre. Con loro vi sarebbe anche imputata la madre del giovane, la 39enne Anisoara Lupascu che ha invece scelto il rito ordinario.

Come si ricorderà, i fatti risalgono allo scorso 8 luglio, quando era giunta al “112” la segnalazione di una grave lite fra più persone in pieno centro a Naro. Giunti immediatamente sul posto con numerose pattuglie, i Carabinieri della locale Stazione e del Nucleo Operativo della Compagnia di Licata, si sono subito resi conto di trovarsi davanti alla scena di un efferato crimine. Bastoni e armi da taglio, sangue ovunque. Questa la scena alla quale si sono trovati davanti gli specialisti della Sezione Rilievi del Reparto Operativo del Comando Provinciale, subito accorsi sul posto per i repertamenti del caso. I Carabinieri, dopo aver identificato la vittima, hanno in breve tempo ricostruito il suo passato, sentendo parenti, amici e familiari, appurando che recentemente l’agricoltore romeno aveva avuto dei dissapori con un connazionale 44enne, domiciliato a Naro.

A distanza di solo tre ore dall’omicidio, sulla base degli elementi di prova acquisiti durante la fulminea indagine e dopo aver ascoltato alcuni testimoni, i Carabinieri hanno stretto le manette ai polsi del 44enne Vasile Lupascu, del figlio 18enne e della moglie 38enne di Lupascu, con l’accusa di “omicidio volontario in concorso”, accertando che i tre si erano appostati insieme, vicino l’abitazione di Pinau Constantin, aggredendolo congiuntamente e provocando ferite ad un braccio anche alla moglie della vittima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.