fbpx
Regioni ed Enti Locali

“Olimpiadi della Matematica”: si distingue studente del Liceo Leonardo di Agrigento

Si è svolta a Cesenatico (FC), dal 2 al 5 maggio, la fase nazionale delle Olimpiadi della Matematica, quest’anno giunte alla loro 35^ edizione.

Si tratta di una manifestazione che vede la partecipazione di studenti di tutta Italia, che si mettono in gioco ogni anno per testare le proprie capacità di ragionamento logico e risolvere problemi matematici.
Al Liceo Scientifico “Leonardo” di Agrigento, uno studente si è distinto notevolmente in queste competizioni. Alessandro Sferlazza, 17 anni, adesso frequenta la quinta classe.

A partire dal primo anno ha preso parte ai Giochi di Archimede, ossia la prima fase di queste gare matematiche, piazzandosi invariabilmente in prima posizione nella classifica del suo istituto. Dopo aver attraversato una seconda fase provinciale, che si tiene nel mese di febbraio, i ragazzi più meritevoli ottengono l’accesso alla Finale Nazionale: Alessandro vi ha preso parte ben tre volte. Al primo anno ha ottenuto una “menzione d’onore”, affiancata due anni dopo da un’insperata medaglia d’argento. Quest’anno, si è aggiunta alla sua collezione una nuova medaglia d’argento, grande soddisfazione per lui e per la sua scuola.

Se gli si chiede come sia riuscito a raggiungere tali traguardi, risponde che sono frutto di tanto allenamento: problemi risolti a casa, in solitario, stage a Pisa. Ormai da cinque anni, la Scuola Superiore di Catania organizza anche degli stage in preparazione delle gare, riunendo i campioni di tutto il Sud: fornisce una valida risorsa a livello locale, e ricorda che fare matematica (nonostante susciti brutti ricordi ai più) in fondo significa soprattutto divertirsi.
Inoltre, non è mai mancato per il giovane il sostegno dei cari, e l’entusiasmo dei professori di matematica Antonino Gaglio e Stefano Barone, che non smettono di aver fiducia in lui.

Alessandro partecipa a giochi matematici dall’età di dieci anni, e questa disciplina per lui è ormai davvero un gioco. Nella vita ha altri interessi: suona il pianoforte da quando era bambino e studia al conservatorio; ma la matematica, soprattutto dopo il successo della medaglia, resta una delle sue più grandi passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.