fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Omicidio a Palagonia, chiesta la scarcerazione del licatese accusato: per la difesa non c’è conferma dell’identità

tribunaleChiesto al Tribunale del Riesame di Catania la revoca dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Luigi Cassaro, il licatese 49enne accusato dell’omicidio avvenuto a Palagonia del 58enne Francesco Calcagno.

Per i difensori dell’uomo, gli avvocati Santo Lucia e Calogero Meli, dal video del sistema di sorveglianza non si capirebbe nulla e non “c’è alcuna conferma dell’identità dell’uomo con la pistola in mano“.

L’omicidio, come si ricorderà, avvenne lo scorso 23 agosto all’interno della casa di campagna della vittima; fu un video del sistema di sorveglianza a riprendere i momenti salienti dove si vede un uomo entrare e sparare a Calcagno. Dopo l’acquisizione da parte dei Carabinieri, gli investigatori risalirono al licatese.

Immagini non chiare per la difesa dell’uomo che ha così chiesto la scarcerazione del loro assistito. Per l’accusa vi sarebbe anche la prova del Dna lasciata nel cappello che l’omicida indossava e che avrebbe perso poco dopo. I giudici del Riesame decideranno entro sabato se accogliere, o meno, la richiesta della difesa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.