fbpx
Cronaca

Omicidio Pordenone. Licenza finita e trasferimento per Giosuè Ruotolo

giosuè ruotoloLicenza finita.

Torna in caserma Giosuè Ruotolo, unico indagato per la morte del commilitone Trifone Ragone e della fidanzata di questo Teresa Costanza. Ma il caporal maggiore ventiseienne di Somma Vesuviana, ha trovato una “sorpresa” al suo rientro. Ruotolo infatti è stato trasferito. Dalla caserma “Fratelli De Carli” di Cordenons, sede del 132° reggimento carri, è stato trasferito alla “Mittica” di Pordenone, sede del comando della brigata corazzata “Ariete”.

Il trasferimento si configura come un provvedimento di opportunità, teso a evitare la frequentazione di Ruotolo con i colleghi e amici della vittima, tutelando in questo modo la serenità del reparto” ha dichiarato il capitano Massimo Grizzo, capo sezione della pubblica informazione della brigata Ariete. “Al tempo stesso – ha proseguito Grizzo – facendo rimanere l’interessato nella città di Pordenone, vengono salvaguardate le esigenze investigative e le indagini condotte dalle competenti autorità”.

Una decisione per tutelare tutti, insomma, lo stesso Ruotolo compreso, permettendogli così di continuare il periodo di ferma prefissata che terminerà nell’agosto del 2016. Le mansioni di Giosuè, sono sempre quelle nel campo informatico dove risulta essere esperto.

Secondo indiscrezioni Giosuè, che alloggia alla Mittica, non metterebbe mai, durante le ore libere, naso fuori dalla caserma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.