fbpx
Cronaca

Omicidio Pordenone: quella soldatessa che potrebbe essere la chiave di Volta

Teresa-Costanza-Trifone-RagoneVengono a galla altre indiscrezioni sulla vita di Giosuè Ruotolo, unico indagato dell’omicidio di Teresa Costanza e Trifone Ragone.

Al di là dell’attesa delle analisi sugli effetti personali prelevati da casa di Giosuè, e dell’impronta parziale ritrovata sul bossolo che ha ucciso i due fidanzati, emergono dati interessanti circa il movente che avrebbe spinto Ruotolo a compiere un gesto tanto crudele ed efferato.

Prima l’ammissione dei rapporti non amichevoli ma cordiali tra lui e Trifone che però cozzano con una foto dello stesso archiviata sullo smart phone di Giosuè: che senso avrebbe avuto conservare un’immagine di una persona con cui non si intrattengono rapporti amichevoli? poi adesso viene fuori una soldatessa 22enne che conosceva entrambi i ragazzi e che avrebbe avuto una relazione con Ruotolo.

Un fatto questo che potrebbe essere avallato dalla crisi cui hanno versato per un periodo Giosuè e la fidanzata. La ragazza di Somma Vesuviana, avrebbe annotato il suo malessere su alcuni fogli che, allo stato attuale sarebbero al vaglio degli inquirenti.

Che forse Ruotolo nutriva un’estrema gelosia nei confronti di Trifone sempre trionfante, vincente e ammirato? Potrebbe essere questo il movente? E la soldatessa, che dovrebbe essere riascoltata in questi giorni, che ruolo ha avuto in questa vicenda? Domande a cui gli inquirenti, nelle prossime ore, potrebbero dare una risposta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.