fbpx
Politica

ONDA sulla condizione degli Studenti universitari fuori sede: “migliorare il servizio complessivo”

“Le forze degli studenti universitari dovrebbero essere spese prevalentemente nello studio – inizia così una nota del gruppo ONDA, Movimento Popolare Regionalista, Fondato dall’On.Carmelo Pullara – tuttavia alcuni studenti siciliani vivono con la preoccupazione di non poter ricevere il giusto supporto dalle Istituzioni che si occupano del diritto allo studio. Nello specifico, uno studente fuori sede siciliano – soprattutto se appartenente ad una condizione economica non solida – si scontra, ormai da anni, contro un Ente regionale non in linea con la quotidianità e con le esigenze degli stessi studenti che dovrebbe tutelare”.

“La situazione, però, sembra essere cambiata e questo grazie anche al contributo dei giovani del movimento popolare regionalista Onda, che a seguito di diversi solleciti agli organi superiori dell’ente, arrivando anche ad una richiesta di audizione in Assemblea Regionale Siciliana, hanno messo il piede sull’acceleratore per far si che la situazione si sbloccasse.
Continua la nota ponendo l’accento su una richiesta formulata dal gruppo ed accolta che riguarda la separazione delle richieste dei benefici “contributo alloggio” e “posto letto”.
Questa modifica, insieme ad altre, hanno consentito – per l’anno accademico 2020/2021 – il raggiungimento del traguardo del 100% di copertura delle richieste di borsa di studio.
La nota continua con un nuovo appello ad un maggiore dialogo tra enti e rappresentanze – anche giovanili – affinché si possano rendere concrete le richieste degli studenti e dei fruitori dei servizi messi a disposizione dall’ERSU. Si cita, in chiusura, la presenza di un vasto numero di studenti non ancora assegnatari di borsa di studio con riferimento alle graduatorie degli anni precedenti nonché la necessità – non più procrastinabile – di migliorare il servizio complessivo (tra vitto e servizi degli alloggi) erogato dall’ERSU”.