fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Operazione “The Wall”: per la banda del buco chiesti 50 anni di carcere

tribunale sciaccaNel processo scaturito dall’inchiesta denominata “The Wall” che portò, nel settembre scorso, a una serie di provvedimenti restrittivi, il pm Michele Marrone ha chiesto pene per un totale di quasi 50 anni di reclusione per gli imputati coinvolti.

Il processo, così come riporta il quotidiano “Giornale di Sicilia”, si celebra con il rito abbreviato per 9 imputati. 7 anni e 6 mesi di reclusione sono stati chiesti per l’ex direttore di filiale di una banca, Michele Gandolfo, 61 anni, di Sambuca di Sicilia, accusato di essere il basista dell’organizzazione. Per lui sono stati chiesti 7 anni e 6 mesi di carcere.

Come si ricorderà, gli investigatori, coordinati dalla Procura della Repubblica di Sciacca, erano venuti a capo di quella matassa intricata che vedeva un gruppo di rapinatori seriali, mettere a punto in maniera chirurgica e maniacale, i loro colpi presso banche della valle del Belice. “Colpi” che avevano fruttano, secondo i rilievi, oltre 200 mila euro.

In tutto sarebbero dodici le persone coinvolte ed accusate a vario titolo di rapine in banca, sequestro di persona, associazione a delinquere per commettere rapine in banca, furti di autovetture e ricettazione di arma da fuoco. 

Per altri imputati, rinviati a giudizio, il processo è già iniziato davanti al Tribunale, in composizione collegiale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.