fbpx
Apertura Cronaca

Orrore ad Aragona: dato alle fiamme un cane

Orrore nella notte ad Aragona dove un cane è stato bruciato vivo. Le fiamme appiccate da persone disumane, per usare un eufemismo, hanno provocato ustioni gravissime in oltre tre quarti del corpo. Il povero animale è ancora in vita, ma necessita urgenti ed improrogabili cure.

La povera creatura è stata ritrovata agonizzante in piazza Umberto I da una diciannovenne aragonese, Giovanna Seminerio. La ragazza ha notato il cane ieri sera, ha subito capito che era in condizioni gravissime e non ha esitato un attimo a portarlo a casa dove ha provveduto a praticare le prime cure del caso. Giovanna da sola non può farcela e cerca aiuto. Lo ha fatto attraverso la sua pagina Facebook dove ha raccontato quanto accaduto, le atrocità sofferte dal cagnolino, ma che esprimendo forte indignazione per l’inumano episodio.

“È già da un paio di giorni che mi trovo dinanzi a delle situazioni orribili, non so cosa stia succedendo in questo paese, ma sicuramente le cose non possono continuare così. È chiaro – scrive la diciannovenne – che a questo cane qualcuno ha dato fuoco, io non comprenderò mai come possa esistere gente in grado di commettere un gesto così meschino, spero che questa gente possa leggere questo post, persone così non hanno nemmeno un briciolo di umanità. Nessuno è obbligato ad amare gli animali ma ciò non giustifica questo tipo di azioni, ricordo che chi maltratta gli animali commette un reato punibile penalmente, mi auguro che un giorno sarete puniti per come meritate”.

Giovanna lancia un disperato appello: “In questo momento la cosa più importante è curare questo povero animale ed allievargli queste atroci sofferenze la situazione è molto delicata e richiede aiuti specifici e spero che qualcuno possa aiutarmi. Ma soprattutto spero di non dover assistere più a nulla di simile anche se chi di competenza molto spesso fa finta di non vedere”.

Chiunque voglia aiutare Giovanna a curare la povera bestia, può contattarla attraverso la sua pagina Facebook o attraverso il nostro giornale.

Le foto dell’animale pubblicate su Facebook hanno scatenato l’indignazione di tanta gente. Alcuni hanno postato la foto del cane quando stava bene, era sempre in giro per la città e non dava mai fastidio a nessuno.

Sul caso indagano i carabinieri della stazione di Aragona, coordinati dal maresciallo Paolino Scibetta.

Vanessa Chiapparo – SiciliaOnPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.