fbpx
Sport

Pallavolo Aragona, finisce 2-2 il primo allenamento congiunto con la Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania

Prima uscita positiva per la Seap Dalli Cardillo Pallavolo Aragona. Nell’allenamento congiunto, sul campo dell’ambiziosa Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania, la squadra di coach Stefano Micoli ha disputato un’ottima partita, mettendo in mostra una buona organizzazione di gioco ed una soddisfacente condizione fisica.
Il test match tra le due formazioni di Serie A2 è terminato 2-2. Questi i parziali: 25-21, 25-22, 25-27, 13-25. La Seap Dalli Cardillo Pallavolo Aragona è scesa inizialmente in campo con Caracuta in palleggio, Stival opposto, Cometti e Negri centrali, Moneta e Dzakovic martelli – ricevitori, Vittorio libero. Nel terzo e quarto set sono entrate Bisegna, Zonta, Zech e Casarotti. Assente per un lieve problema fisico il libero Fabiola Ruffa. Dopo aver perso i primi due parziali, la formazione biancazzurra è cresciuta in ogni fondamentale vincendo con merito i restanti set. Buona la prova delle giovani Negri, Zech, Casarotti, Stival e Bisegna. Esordio più che positivo per la montenegrina Dzakovic, miglior realizzatrice con 19 punti. Le veterane Caracuta, Moneta, Vittorio, Cometti e Zonta hanno confermato tutto il loro valore.
Questo il tabellino della Seap Dalli Cardillo Pallavolo Aragona: Bisegna 4, Zech 7, Caracuta 3, Casarotti 0, Zonta 6, Cometti 6, Negri 9, Dzakovic 19, Stival 11, Moneta 7, Vittorio L. Allenatore Stefano Micoli

Questo il tabellino della Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania: Bordignon 9, Catania 12, Fiore 16, Conti A. 10, Bonaccorso 1, Oggioni 10, Bertone 6, Conti M. 0, Bridi 4. Allenatore Mauro Chiappafreddo

NOTE: Muri Aragona 5, Catania 9. Ace Aragona 11, Catania 5. Err. battuta Aragona 9, Catania 7. Err. azione Aragona 11, Catania 12. Attacco Aragona 34%, Catania 39%. Ricezione Aragona 51% (28% perfetta), Catania 47% (19% perfetta).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.