fbpx
Nuove tecnologie

Piattaforme di e-learning: una seconda opportunità per chi ha abbandonato gli studi

books-education-school-literature-48126L’università rappresenta una meta formativa indispensabile per acquisire le competenze necessarie per ottenere maggiori chance nel mercato del lavoro, ma non sempre rappresenta un percorso lineare, né così scontato.

In altre parole, non è raro che uno studente possa incontrare difficoltà extra-universitarie che possano costringerlo ad abbandonare momentaneamente gli studi, magari per via del lavoro che già svolge, o nel caso delle donne per la sopraggiunta maternità. In ognuno di questi casi, comunque, è possibile ottenere una seconda opportunità per conseguire la laurea, senza per questo perdere i CFU ottenuti dagli esami sostenuti prima di abbandonare lo studio. Opportunità che si fanno più agili e preziose, se consideriamo gli atenei online e le piattaforme di e-learning.

Cosa sono le piattaforme di e-learning?

Le piattaforme di e-learning sono un sistema informatico che consente di frequentare a distanza le lezioni: inizialmente nate per favorire aggiornamenti del personale tramite uno strumento maggiormente interattivo rispetto ad una semplice tele-conferenza, queste piattaforme sono state successivamente adottate e perfezionate dagli atenei telematici. Ma come funzionano? L’e-learning simula una vero e proprio banco universitario: grazie al video si può seguire il docente mentre spiega la lezione, e nel mentre prendere appunti sul pc, seguire i libri in versione e-book oppure svolgere le esercitazioni. In altri termini, l’e-learning abbatte le distanze, consentendo agli studenti di interfacciarsi con l’ambiente universitario come se non sussistesse alcuna distanza. Infine, ciò può accadere in diretta o in differita, dato che le lezioni possono essere seguite anche consultando le registrazioni, che rimangono a disposizione dello studente 24 ore al giorno.

E-learning e università online: a chi possono essere utili?

L’università online ed il sistema e-learning possono risultare utili a tutti: sia ai diplomati che scelgono questo strumento per conseguire la laurea, sia ai lavoratori che necessitano di un sistema didattico totalmente personalizzato, data anche la possibilità di visionare le registrazioni video. Ma i vantaggi dell’e-learning risultano particolarmente comodi agli studenti che hanno abbandonato in corso d’opera gli studi, e che vorrebbero riprendere il discorso interrotto anni fa: molte università infatti, prevedono il riconoscimento dei crediti formativi derivanti da precedenti percorsi di studio, anche se non completati. Ad esempio, l’università Unicusano propone un sistema di valutazione dei crediti universitari che consente di inserire online i vostri CFU, relativi a qualsiasi settore didattico, così da poter capire quanti di essi possono essere riconosciuti durante il passaggio. Infine, il sistema e-learning conviene anche a chi vorrebbe evitare di trasferirsi fuori sede, o fare il pendolare tutte le mattine.

E-learning: un trend in continua crescita

Il successo delle piattaforme di e-learning non viene testimoniato solo dalle innumerevoli applicazioni in ambito didattico e tecnologico, ma anche dai numeri e dalle statistiche. Secondo i dati di settore, infatti, queste piattaforme telematiche hanno registrato una diffusione nel 2016 notevole, che fra le altre cose è proseguita anche nel primo trimestre del 2017: stando alle rilevazioni effettuate da Docebo, le suddette piattaforme potranno contare su un ulteriore aumento di iscrizioni pari al +5,6% nei prossimi 8 mesi, con un fatturato complessivo di circa 8 miliardi di euro, per rimanere solo nella zone occidentale dell’Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.