fbpx
Politica Regioni ed Enti Locali

Porto Empedocle, apertura del centro di accoglienza. Di Emanuele (PD): “si convochi un consiglio comunale straordinario”

di emanueleCome si era paventato il centro di accoglienza per minori si è aperto con un regalo da parte delle istituzioni nel giorno di ferragosto con una mossa strategica che solo in pochi potevano sapere o immaginare“.

Lo dichiara la consigliera comunale di Porto Empedocle, Valentina Di Emanuele (in foto), che aggiunge:

Tali minori sono stati fatti confluire nel centro di via colombo,nel pomeriggio della vigilia di ferragosto quando tutte le forze dell’ordine erano impegnate e dislocate nelle spiagge e nei centri di maggior affluenza di pubblico. Quanto accaduto è molto grave per la cittadinanza empedoclina,per i commercianti in primis,che con coraggio giornalmente alzanola saracinesca dei propri negozi nonostante la crisi galoppante che attraversano e al consiglio comunale si erano pronunciati contro l’apertura del centro in particolare al sindaco. Ciò è mancanza di stile e di rispetto non tenendo conto di quello che può succedere visto il malcontento generale della comunità empedoclina“.

Come consigliere comunale e come cittadina chiedo al presidente del consiglio la convocazione di un consiglio comunale urgente e straordinario al fine di valutare ed esprimere il nostro dissenso e quello della cittadinanza in pubblico se possibile nella via colombo,di fronte a tale centro in modo che le istituzioni tengano debita considerazione la volontà del popolo e di chi li rappresenta affermando che Porto Empedocle ribadisce la contrarietà a tale centro, che non vuole morire in quanto ciò affosserebbe ancor di più la già disastrata economia della città . Come ho sempre affermato sono al fianco dei cittadini e dei commercianti per ogni forma di lotta protesta che si svolga nella piena legalità“, conclude Di Emanuele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.