fbpx
Politica Regioni ed Enti Locali

Porto Empedocle: consegna della “fascia tricolore” a Ida Carmina

fascia tricoloreMargherita Rizza, commissario straordinario del comune di Porto Empedocle, ha “passato il testimone” ad Ida Carmina, neo sindaco del comune marinaro fresco di elezione.

Una cerimonia in cui il popolo empedoclino è stato protagonista visto che la Carmina ha condiviso i suoi propositi con i suoi elettori su internet in diretta streaming “Speriamo di riuscire a servirvi bene”.

Si attende adesso l’8 luglio, giorno del primo consiglio comunale, durante il quale saranno ufficializzati assessori e deleghe che saranno, a detta del neo sindaco, coerenti con le competenze di ogni membro della giunta. Sarebbero state così distribuite le deleghe: la Solidarietà sociale dovrebbe andare alla psicologa Stefania La Porta. Al vicesindaco Maria Calabrese, avvocato, i Lavori pubblici. Commercio dovrebbe essere attribuito al commerciante Salvatore Baiamonte, mentre Salvatore Urso, dottore in economia aziendale e management, dovrebbe occuparsi del Bilancio.

Sappiamo tutti che bisognerà fare dei grandi sforzi per cercare di sanare le finanze del Comune – ha detto il sindaco -. Inoltre, abbiamo già stabilito la disinfestazione e riguardo alla raccolta dei rifiuti dovremo incontrare le ditte per cercare di capire come sbrogliare la matassa costituita dall’assenza di liquidità di cassa. Per il momento abbiamo ottenuto una proroga per il conferimento in discarica, ma la questione rifiuti è una delle prime che cureremo” – assicura il sindaco.

Ferma nella sua posizione Ida Carmina riguardo alla riduzione del 30% della sua indennità e di quella dei due consiglieri pentastellati.

Quanto “risparmiato” sarà poi utilizzato per progetti su cui si esprimerà la collettività. Con quanto riusciremo a risparmiare chiederemo proprio alla città come pensa di utilizzare i fondi e abbiamo anche pensato a un ‘bilancio dei piccoli’. Due volte l’anno, i bimbi produrranno delle proposte direttamente in Consiglio e, assieme a loro, vedremo cosa sarà possibile realizzare. Dobbiamo riprendere il contatto con il popolo, sono tanti i bisogni cui dare risposta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.