fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Porto Empedocle, controllo del territorio: due arresti e una segnalazione come assuntore di sostanze stupefacenti

poliziaControllo del territorio ieri a Porto Empedocle da parte della Polizia di Stato, coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli.

In particolare i poliziotti del reparto Prevenzione Crimine di Palermo hanno arrestato in flagranza di reato due ragazzi 19ennni, accusati di furto aggravato.

Si tratta di Calogero Federico Mallia e Angelo Remiggi. I due giovani sono stati notati intorno la mezzanotte dagli agenti di Polizia intenti a spingere un ciclomotore Piaggio Liberty 50 nel quartiere di Piano Lanterna; insospettiti, i poliziotti hanno chiesto delucidazioni e dapprima i ragazzi avevano riferito che il ciclomotore era di loro proprietà e che era guasto, ma dopo il controllo è risultato essere stato rubato poche ore prima. Da qui gli approfondimenti del caso che hanno permesso di trovare alcuni arnesi occorrenti allo scasso del “cilindretto” del veicolo a due ruote.

Il ciclomotore è stato restituito così alla legittima proprietaria e per i due è scattato l’inevitabile arresto. Il sostituto procuratore di turno ha disposto per i due diciannovenni gli arresti domiciliari.

Altresì, durante i controlli del territorio effettuati dalla Polizia, grazie all’impiego di 10 auto, sono stati effettuati 8 posti di controllo che hanno portato all’identificazione di 148 persone e 88 veicoli controllati. Sono state 10 le contravvenzioni elevate in violazione del Codice della Strada con sanzioni per diverse migliaia di euro. Due i veicoli, invece sequestrati.

Inoltre, sono state cinque le perquisizioni effettuate che hanno fatto in modo di scoprire un giovane in possesso di una dose di hashish e per questo segnalato alla Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti. Un “guaio” che gli costerà la revoca della patente di guida da un minimo di 6 mesi, ad un massimo di 1 anno.

Infine sono stati effettuati quattro controlli amministrativi ad esercizi pubblici che hanno portato a sanzionare il gestore di un Bar, con una ammenda di oltre 400 euro, e denunciato il titolare di un esercizio commerciale poiché metteva in vendita bevande alcoliche all’interno di macchinette distributrici automatiche senza il rilevamento, previsto per legge, dell’età attraverso l’inserimento della tessera.

Controlli anche a 18 individui sottoposti a misure di sicurezza o detenzione extracarceraria, non rilevando però alcun illecito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.