fbpx
Regioni ed Enti Locali

Premio Internazionale “Empedocle”: ecco a chi è stato assegnato il premio

Mons. Silvano Maria Tomasi, membro del Dicastero per lo sviluppo umano integrale, il dott. Pietro Kuclukan, console onorario della Repubblica di Armenia in Italia, ed il dott. Ennio Petrigni, procuratore aggiunto presso il Tribunale di Palermo, sono le personalità cui quest’anno è stato assegnato il premio internazionale Empedocle per le scienze umane, giunto alla sua ventiseiesima edizione ed organizzato dall’Accademia di Studi Mediterranei, su impulso del suo presidente onorario prof. Assunta Gallo Afflitto.

Le cerimonia di consegna del premio nelle sue tre sezioni e dei riconoscimenti ad esso collegati avverrà domani pomeriggio, sabato 7 dicembre, alle ore 16,00 nella sala Zeus del Museo archeologico Regionale “Griffo”.
Dopo i saluti di rito sono previsti gli interventi, oltre che dei tre premiati, anche dell’arcivescovo mons. Franco Montenegro, di mons. Enrico dal Covolo, assessore del Pontificio comitato di scienze storiche, del prof. Sante De Angelis, presidente dell’Accademia Bonifaciana, del prof. Giovanni Fiandaca, direttore del Dipartimenti di Strudi Europei e dell’Integrazione, del dott. Vincenzo Fazio, presidente del Comitato scientifico dell’Accademia di studi mediterranei, della dott. Alhanesh Fessaha, presidente della Ong Gandgi e del col. Giovanni Pellegrino, comandante provinciale dei carabinieri.
Si passerà dunque alla prima sezione dal titolo “Migrazione in una realtà globalizzata”. La giuria, presieduta dal cardinale Montenegro e composta da mons. Dal Covolo, dal prof. Paolo Carlotti, ordinario di Teologia morale fondamentale all’Università Pontificia salesiana, da don Cosimo Semeraro, membro del pontificio Comitato di Scienze Storiche, e dal prof. Don Carmelo Mezzasalma dell’Istituto “Marsilio Ficino”, ha assegnato il premio a mons. Silvano Maria Tomasi.
Nella seconda sezione, dal titolo “La missione del Giusto nelle deportazioni, negli esodi, nelle migrazioni”, presieduta dalla prof. Milena Santerini, ordinario di pedagogia all’università cattolica Sacro Cuore di Milano, e composta dal prof. Romano Lazzeroni dell’Accademia dei Lincei, dal prof. Sante de Angelis, dalla dott. Maria Cecilia Sangiorgi, giornalista, dal gen. Giuseppe Lanzillotti, già com andante provinciale dei carabinieri di Agrigento, e dal dott. Antonio Preziosi, direttore di Rai Parlamento, ha premiato il dott. Kucluklan.
Nella terza sezione, intitolata a Paolo Borsellino, la giuria era presieduta dal prof. Fiandaca ed composta dal magistrato dott. Massimo fedeli, dal prof. Antonio La Spina, ordinario di sociologia generale all’università di Palermo, dal prof. Vittorio Villa, ordinario emerito di filosofia del diritto nell’ateneo palermitano e da padre Clemente Bobchev, archimandrita della Chiesa Bulgara in Italia. Il premio è andato al dott. Ennio Petrigni.
Un riconoscimento è andato alla dott. Alganesh Fessaha, mentre una Menzione speciale della città di Agrigento sarà consegnata dal sindaco Calogero Firetto a mons. Dal Covolo. Infine sarà ufficializzato il gemellaggio tra l’Accademia di studi mediterranei e l’Accademia Bonifaciana.
Oggi in tanto sono state scoperte, nel Giuardino dei Giusti nella Valle dei templi, le stele dedicate al vescovo Giovanni Battista Scalabrino, alla prof. Alganesh Fessaha, a Sophie ed Hans Scholl, a Giuseppe Cordewro Lanza di Montezemolo, agli eroici militari della Guardia di Finanza trucidati nelle foibe ed al maresciallo deiu carabinieri Giuliano Guazzelli, le cui figure in mattinata sono state rievocate nel corso di un’apposuta tavola rotonda presieduta dal prefetto Dario Caputo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.