fbpx
Regioni ed Enti Locali

Presepi nell’agrigentino: quello di Aragona realizzato da Carmelo Sciortino tra i più belli della Sicilia

Ad Aragona c’è uno dei presepi animati più belli della Sicilia, è il presepe biblico di Carmelo Sciortino.

Inaugurato in occasione della festa dell’Immacolata (il presepe rimarrà aperto il venerdì, sabato, domenica e nei giorni festivi, fino al 6 gennaio), il presepe di Carmelo Sciortino, infatti, è unico nel suo genere. Originalità, cura dei particolari, meccanica dei movimenti, scenografia originale e bellezza delle figure in scena lo hanno reso famoso negli anni. Quest’anno, inoltre, la location è nuova, il presepe infatti si trova in Via Mazzini, 48.

Visitarlo è un’occasione irrinunciabile per gli amanti delle tradizioni popolari siciliane del natale, per le famiglie e per i tanti visitatori che ogni anno , in occasione delle festività , affollano Aragona per acquistare le prelibatezze enogastronomiche, la salsiccia in primis e dolciarie. Il presepe conta ben 1200 personaggi e 40 movimenti ed è l’unico presepe in Provincia di Agrigento in cui si possono ammirare le scene bibliche, da Adamo a Gesù, ripercorrendo con minuzie di particolari tutte le scene più significative dello “Storia della salvezza”: all’ingresso l’imponente Torre di Babele colpisce immediatamente per la cura dei particolari.

Dromedari, paesaggi mediorientali, case tipiche, pastori originali, creati dallo stesso artista, stupiranno il visitatore. Grazie alla straordinaria meccanica dei movimenti, che lo rendono un piccolo capolavoro di ingegneria, il presepe sorprende soprattutto i bambini che rimangano sbalorditi davanti alle scene artisticamente create dal giovane laureato in italiano per l’insegnamento a stranieri.

“Il Presepe Biblico – spiega Carmelo Sciortino – è un percorso attraverso il quale è possibile ritrovarsi al centro degli eventi della storia della Salvezza, dal peccato originale compiuto da Adamo alla nascita di Cristo. All’interno del presepe viene ricreata l’atmosfera tipica della Palestina di 2000 anni fa, con una grande cura nei dettagli dei paesaggi e costumi arabo-palestinesi. Una visita che ci avvicina alla natività di Gesù tra fede e tradizioni per festeggiare al meglio il Santo Natale. Il presepe –conclude Sciortino – sarà visitabile dall’8 dicembre al 6 gennaio, tutti i venerdì, sabati e domeniche- ed anche nei giorni festivi- dalle ore 18 alle ore 21”.

Luigi Mula

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.