fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Presunta estorsione a dipendenti: i fratelli La Gaipa respingono le accuse

la-gaipaSi difende davanti al Gip del Tribunale di Agrigento, l’imprenditore agrigentino Fabrizio La Gaipa, finito agli arresti domiciliari con l’accusa di una presunta una duplice estorsione perpetrata ai danni di due dipendenti costretti, secondo l’accusa, dietro la minaccia del licenziamento, ad accettare un salario inferiore a quello risultante nelle buste paga.

Con Fabrizio anche il fratello, Salvatore di 46 anni (applicata per lui la misura del divieto di dimora ad Agrigento) che stamani nel corso dell’interrogatorio di garanzia hanno spiegato che non si trattava di alcuna estorsione, ma di semplici acconti che venivano poi restituiti. Acconti dunque che venivano anticipati per poi essere restituiti con il saldo della busta paga.

I due imprenditori, difesi dagli avvocati Diego Galluzzo e Calogero Petix, hanno risposto alle domande del gip Stefano Zammuto, respingendo così ogni responsabilità alle accuse chiarendo i contenuti delle registrazioni delle conversazioni effettuate da uno degli ex dipendenti.

Per i legali difensori dei due imprenditori turistico-alberghieri sarebbero venute meno le esigenze cautelari e per questo hanno chiesto la revoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.