fbpx
Apertura Cronaca

Presunti tentati abusi sessuali ad una minorenne: “scatola nera” dell’auto per smentire accusa

E’ stata depositata dalla difesa di un 50enne di Camastra accusato di tentata violenza sessuale, sequestro di persona e lesioni, la documentazione relativa alla “scatola nera” del rilevatore GPS dell’auto che, secondo la tesi difensiva, scagionerebbe l’imputato.

Nel corso dell’ultima udienza che si sta svolgendo davanti ai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta dal giudice Wilma Angela Mazzara, la difesa dell’uomo avrebbe rilevato un percorso stradale diverso (rilevato dal GPS) rispetto a quello denunciato dalla presunta vittima.

Secondo l’accusa l’uomo avrebbe tentato di abusare di una minorenne nel dicembre del 2016. Per i pm, il 50enne avrebbe adescato la ragazzina che sarebbe salita sull’auto; l’uomo – sempre secondo l’accusa – avrebbe tentato un approccio per un rapporto sessuale orale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.