fbpx
Sport

Prima sconfitta casalinga per la Fortitudo Agrigento: non basta un ultimo quarto al cardipalma

Finisce con il risultato complessivo di 83 a 91 la gara valida per la settima giornata di campionato del Girone Ovest di Serie A2 fra la Fortitudo Moncada Agrigento e la Remer Treviglio.

Partita subito complicata per il roster di coach Franco Ciani che trova gli ospiti vogliosi di risalire la china in classifica. Una Fortitudo Agrigento che non è riuscita a imporre il proprio gioco, trovando così la prima sconfitta casalinga della stagione. Non è bastato un ultimo quarto al cardiopalma per i “Giganti” per trovare una vittoria che sarebbe valsa la testa della classifica. Resta un’ottima prestazione di Marco Eavngelisti che con …. punti è il migliore realizzatore del match.

All’avvio, coach Franco Ciani si affida al quintetto base composto da: Bell, Cannon, Fontana, Ambrosin e Zilli.

PRIMO QUARTO
Palla a due per Agrigento che non riesce con Ambrisini prima e con Bell dopo a concretizzare la prima azione d’attacco. I primi due punti del match portano la firma di Pecchia ai quali risponde prontamente il playmaker agrigentino. Partita equilibrata nei primi minuti di gioco, ma è la tripla di Roberts a spezzare il ritmo. A quattro minuti dalla fine del quarto è massimo vantaggio per i lombardi (+5). Agrigento reagisce con Cannon e Ambrosin e a poco più di un minuto dal termine è pareggio (13-13 ndr). Le triple di Frassineti e Palumbo permettono però agli ospiti di concludere i primi 10 minuti di gioco con un vantaggio di +5 (14-19). Top scorer Cannon con 6 punti.

SECONDO QUARTO
Treviglio apre le danze così come aveva chiuso; la tripla di Palumbo porta al massimo vantaggio i lombardi che trovano ancora con il numero 12 ospite la “bomba” che manifesta il momento difficile per i “Giganti” di Agrigento. È Simone Pepe dalla lunga a suonare la carica per i suoi e a portare a -4 il divario a poco più da cinque minuti dal termine della gara. L’alley-oop di Cannon su assist di Evangelisti infiamma il PalaMoncada ed Agrigento che rimane in scia con la tripla di Fontana che chiude il quarto con il punteggio di 42 a 45.

TERZO QUARTO
Nikolic apre subito con una tripla alla quale poco dopo risponde dalla lunga Evangelisti. Treviglio attenta in difesa con i padroni di casa “impotenti” ai cecchini avversari che oggi sbagliano davvero poco. Il +14 per il roster di coach Vertemati arriva a cinque minuti dal termine con la tripla di Frassineti. È il duo Pepe-Evangelisti a suonare la carica per i biancazzurri che si portano a -10 (52-62 ndr) a tre minuti dalla fine del quarto. Ambrosin dalla lunga riapre i giochi ma Roberts ristabilisce la supremazia dei lombardi mantenendo invariato il distacco. Il tabellone alla fine segna il punteggio di 61 a 73. Top scorer Evangelisti con 17 punti.

ULTIMO QUARTO

Agrigento tenta il tutto per tutto ma è Treviglio a trovare utili punti in chiave vittoria. Zilli cerca di far valere la sua fisicità sotto canestro e la tripla di Ambrosin riporta i suoi a -5 (70-75 ndr) con coach Vetemati costretto a chiamare il time-out. Treviglio non abbassa l’attenzione e con la tripla di Roberts trova ancora una volta il +8. E’ l tripla di Evangelisti a riportare in partita i “Giganti” di Agrigento, ma la pronta risposta di Caroti riporta tutto come prima. Amir Bell dalla lunga insacca e PalaMoncada che ora esplode incitando una rimonta che sembrava impossibile visto il gioco espresso. Una Fortitudo che ci ha creduto fino in fondo ma che non è riuscita nell’impresa.

M Rinnovabili Agrigento – Remer Treviglio (14-19; 28-26; 19-28; 22-18)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA