fbpx
Regioni ed Enti Locali

Provincie di Agrigento e Trapani in ginocchio dopo i violenti nubifragi delle ultime ore, Legacoop: “è necessario accertare con celerità i danni in agricoltura e sulle infrastrutture viarie”

“Il territorio delle Provincie di Agrigento e Trapani è stato duramente provato dall’ondata di maltempo e dalle forti piogge che si sono abbattute nella Sicilia Occidentale negli ultimi tre giorni”.
Lo afferma Domenico Pistone, coordinatore Ag-Pa-TP di Legacoop Sicilia che aggiunge:
“Il quadro che emerge è di estrema emergenza con le principali arterie stradali chiuse per giorni a cominciare dalla Agrigento Palermo e dalla Palermo –Sciacca crollata per un tratto e con l’interruzione di un tratto ferroviario che collega Agrigento con le principali Città dell’Isola.
Il quadro che viene fuori è disastroso e mette, ancora una volta, in risalto la precarietà delle infrastrutture di alcune provincie siciliane estremamente precarie ed inadeguate e con essa l’esigenza non più rinviabile di trovare tutte le soluzioni necessarie per prevenire nuovi rischi idrogeologici e dotare finalmente il territorio della provincia di Agrigento di una rete stradale ed infrastrutturale sicura ed efficiente”.
“Pensare che la Sicilia ed una parte consistente del proprio territorio ,con l’approssimarsi della stagione invernale e con le piogge , si sgretoli e sia invasa da fiumi d’acqua e di fango è a tutt’oggi scandaloso .
Come Lega delle cooperative siamo, altresì ,preoccupati per le conseguenze economiche e sociali che questi ingenti danni hanno provocato , le strade chiuse, infatti ,non consentono a diverse attività di ultimare i processi di commercializzazione , inoltre diversi produttori agricoli hanno visto andare in fumo diverse coltivazioni .
Numerose realtà cooperative , soprattutto del Belice e della zona di Sciacca ci segnalano che diversi terreni non sono più raggiungibili a causa del crollo o del danneggiamento a causa del fango di diverse strade interpoderali.
La Lega delle cooperative Sicilia coord. Ag Pa TP nel manifestare solidarietà alle comunità colpite e tutte le aziende che dovranno fare fronte quest’emergenza chiede con forza di accelerare sulle procedure di accertamento dei danni a strade, infrastrutture ed aziende soprattutto del settore agricolo e di dichiarare lo stato di calamità nei territori particolarmente colpiti”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.