fbpx
Politica

Pullara, ASP di Agrigento: “Zappia il commissario degli annunci straordinari”

“Ormai si è persa anche quel poco di credibilità che l’ASP aveva, perché non ci si può fidare nemmeno delle comunicazioni ufficiali che vengono dichiarate. Infatti, dopo i continui annunci da parte del Commissario Zappia, nulla di quanto proclamato viene realizzato”. Lo afferma l’On. Pullara, vicepresidente della Commissione Sanità all’ARS.
“Da ultimo, l’apertura del COVID Hospital di Ribera, ancora oggi non funzionante dopo sei mesi di proclami, e l’Hub vaccinale del Palacongressi di Agrigento. Ritardi su ritardi, incomprensibili e inaccettabili, che continuano ad avere gravi ripercussioni sul sistema sanitario e di conseguenza nei confronti dei cittadini in violazione del principio di buon andamento della P.A., nonché nel diritto della salute costituzionalmente tutelato. La diretta conseguenza di questa grave inefficienza e incapacità manageriali dei vertici della Azienda sanitaria agrigentina è che non siamo pronti per affrontare l’attuale terza ondata e che tutte le spese e gli sforzi risulteranno vani tra qualche settimana, quando l’emergenza sarà terminata. A quanto detto si aggiunge l’ulteriore posticipo dell’apertura dell’hub vaccinale del Palacongressi di Agrigento per un problema idrico. Questo significa che ci saranno ancora ritardi sulle vaccinazioni per non parlare che ad Agrigento, unica provincia siciliana, non sono ancora partite le vaccinazioni per i disabili gravissimi. Un ritardo inaccettabile – conclude il deputato – ennesima dimostrazione che la direzione aziendale dell’ASP guidata dal Commissario Zappia fa acqua da tutte le parti. Chi tace è complice e parimenti colpevole dello stato della Sanità agrigentina. Voglio sperare che l’Assessore Razza non voglia parimenti esserlo e che approfitterà della scadenza dei 24 mesi per la verifica dei Direttori generali delle altre Aziende per procedere anche nei confronti del Commissario Zappia. Ogni diversa decisione sarebbe inspiegabile. Anche perché la verifica si dovrebbe basare sui fatti, nei tempi previsti e non sugli annunci”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.