fbpx
Politica

Raffadali, i partiti di sinistra criticano il Sindaco per la gestione emergenziale del Covid-19

“Il Partito Democratico, Alleanza Civica per Raffadali e Risorgimento Socialista, nell’augurare una pronta guarigione al dipendente raffadalese dell’Ospedale S. Giovanni di Dio risultato positivo al Civid-19, intendono rinnovare la massima vicinanza e solidarietà ai tanti operatori del settore sanitario che da mesi sono esposti in prima linea a fronteggiare l’emergenza”.

“Raffadali tra l’altro si caratterizza- si legge nella nota congiunta dei partiti di sinistra- anche per l’elevata presenza di Comunità di assistenza ai disabili, anziani e migranti, all’interno delle quali lavorano centinaia di operatori sanitari che ogni giorno si espongono al rischio. Il sindaco Cuffaro a parole si dice di essere contrario alle disposizioni contenute nella fase 2 ma per evitare il rischio decide di spostare il mercato settimanale all’interno del centro abitato in uno spazio meno capiente rispetto a quello di piazza mercato”. “Le nuove disposizioni prevedono anche la possibilità di fare attività sportiva e motoria individuale. Il Sindaco con un’ordinanza ha riaperto il Villaggio della Gioventù annunciando a parole un monitoraggio e controllo degli ingressi.Peccato però che di controlli non vi è alcuna traccia”.
“Senza un monitoraggio in entrata ed uscita dal parco si rischia di creare un pericoloso luogo di contagio. Al riguardo- conclude la nota del Partito Democratico, di Alleanza Civica e di Risorgimento Socialista- chiediamo al Sindaco, che oltre a fare ramanzine online rimproverando i figli degli altri, metta in pratica quanto previsto dai decreti e predisponga un piano che intensifichi i controlli per coloro che non osservano le disposizioni che impongono di indossare i dispositivi di protezione individuale (mascherine e guanti). Considerato infinde che da giorno 18 Maggio ci sarà una riapertura di tante attività commerciali e molte di queste necessitano una sanificazione quotidiana dei locali, che graverebbe ulteriormente sulle tasche dei nostri imprenditori locali, chiediamo al Sindaco e a tutta l’amministrazione comunale di rinunciare alle proprie indennità di carica per i mesi a seguire e provvedere all’acquisto dei prodotti di sanificazione e fornirli gratuitamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.