fbpx
Sport

Rende – Akragas: un pari pensando alla poule scudetto

akragasNell’ultima giornata del campionato di Serie D 2014/2015 l’Akragas incontra il Rende, ottima squadra che tra tutte, probabilmente è quella che ha dato più filo da torcere ai biancazzurri per la conquista della promozione diretta in Lega Pro.

Il ricordo del rocambolesco 2 a 2 colto dai siciliani in pieno recupero allo stadio Esseneto, rappresenta probabilmente il punto di svolta della stagione della squadra di mister Feola.

I biancazzurri arrivano oggi in Calabria con la seguente formazione:
D’Alessandro, De Rossi, Dentice, Bonaffini, Maraucci, Chiavaro, Tiscione, Trofo, Tresor, Arena e Longoni; il Rende risponde con: Mancino, Irace, Benvenuto, Benincasa, Musca, Ginobili, Gigliotti, Marchio, Grisolio, Simeri e Buccino.

Qualche perplessità, ad una prima occhiata, generano le scelte del tecnico dell’Akragas, ma con tutta probabilità le decisioni derivano dal fatto di avere già raggiunto l’obiettivo stagionale e dalla volontà di dare spazio alle seconde linee. Inoltre ricordiamo che i biancazzurri dovranno affrontare la poule scudetto e onestamente la decisione di lasciare in panca alcuni “big”, può essere dettata anche dalla volontà di non correre il rischio infortuni, che lasciano trasparire la volontà e l’ambizione del tecnico biancazzurro di ben figurare anche nella volontà scudetto.

La partita scorre via abbastanza scialba nella prima fazione di gioco, le due squadre si studiano e si affrontano senza mai affondare più di tanto il colpo che potrebbe spostare l’equilibrio in campo; da segnalare solo un tiro fuori di Tiscione alla mezz’ora e poco altro.

Nella ripresa la partita sembra seguire la falsa riga della prima frazione di gioco e per i primi venticinque minuti succede davvero poco; da segnalare solo le sostituzioni di Longoni e Maraucci con Perrone e Napoli.
Il primo sussulto del match arriva al 68′ minuto di gioco quando il Rende si porta in vantaggio con un’azione personale di Simeni; ferita nell’orgoglio la formazione biancazzurra si riversa nella metà campo avversaria e dopo appena due minuti di gioco Arena trova il goal del pareggio. Trovato il pari l’impeto agonistico della squadra siciliana si esaurisce e la partita ritorna ad essere giocata a ritmi blandi; si aspetta solo il fischio finale che arriva dopo due minuti di recupero.

Archiviata l’ennesima gara senza sconfitte, i biancazzurri possono ora concentrarsi sulla poule scudetto che li vedrà affrontare la Lupa Castelli Romani e l’Andria, si parte domenica 17 maggio, per il tabellone completato, date e orario delle gare si attendo i sorteggi della lega ai quali dedicheremo un aggiornamento in settimana.

Giuseppe Paradisi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.