fbpx
Cultura

Riconoscimento per il poeta Enzo Argento

Trasmette grande umanità ed esprime un radicato spirito di appartenenza, raccontando il territorio, gli usi, i costumi, le tradizioni delle comunità locali e le dinamiche domestiche, attraverso le opere in dialetto siciliano.

Enzo Argento rappresenta un autentico ed autorevole punto di riferimento culturale per la provincia agrigentina. E non solo. L’artista raffadalese, insegnante di lettere in pensione, ha fatto incetta, nel corso degli anni, di prestigiosi riconoscimenti partecipando ai più importanti concorsi regionali e nazionali. Adesso è risultato finalista alla 45esima edizione del Premio Internazionale di Poesia “Città di Marineo 2019”. Si è proposto con la lirica “Scavassi ‘na purpania”. Enzo Argento ad un passo dunque dall’ennesimo podio. Dovrà battere la concorrenza di Serena Lao con la lirica “na lampadina addumata”, Giuseppe Pappalardo con la lirica “Purtedda”, Anna Maria Tornabene Burgio con la lirica ”I manu di me patri” e Salvatore Vicari con la lirica “Acquacaciovi”. I nomi dei primi tre classificati si conosceranno nella giornata di domenica. Ad ospitare la cerimonia sarà la tradizionale cornice del Castello Beccadelli Bologna, promossa nell’ambito delle iniziative programmate dal progetto approvato dalla locale Amministrazione comunale. Per l’occasione sarà conferito il Premio Internazionale di Poesia “Città di Marineo” all’attore Giampiero Ingrassia, uno dei protagonisti del musical italiano, figlio d’arte dell’indimenticabile Ciccio. Gli altri premi speciali, decisi dalla giuria, presieduta da Salvatore Di Marco e composta da Flora Di Legami, Michela Sacco Messineo, Giovanni Perrone, Ida Rampolla, Tommaso Romano, e Ciro Spataro, riguardano la sezione edita in lingua italiana. Sul gradino più alto del podio il poeta Corrado Calabrò con la raccolta “Quinta dimensione” Edizioni Mondadori, mentre per quel che concerne la sezione edita in lingua siciliana, il primo premio è stato assegnato a Ermanno Mirabello con la raccolta “Vagabunnu di la notti” Edizioni Nuova Ipsa. Nella sezione inediti in lingua siciliana il primo premio è stato assegnato ad Emanuele Insinna per la lirica “Cu sugnu?”. La commissione giudicatrice, inoltre, ha deciso di assegnare la targa “Francesco Grisi” al poeta e saggista Aldo Gerbino, docente di Istologia ed Embriologia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli studi di Palermo, per rendere omaggio alla figura di un intellettuale che ha dimostrato, con il suo quotidiano impegno culturale e la sua creatività, la stretta relazione che intercorre tra arte, vita e letteratura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.