fbpx
Regioni ed Enti Locali

Ridurre gli incidenti stradali: arriva la campagna di sicurezza “Edward” della Polizia Stradale

polizia 1Al via la campagna congiunta di sicurezza stradale “Edward” (European Day Without a Rod Death) promossa dal network europeo delle Polizie stradali “Tispol”.

L’iniziativa si inserisce nel quadro della settimana europea della mobilità dal 16 al 22 settembre con lo scopo di ottenere il 21 settembre una giornata a zero vittime sulla strada in tutta europa.

Altri scopi dell’iniziativa sono: aumentare la consapevolezza sociale del fenomeno della mortalità ed incidentalità grave sulle strade europee, oggi più che mai in aumento; richiamare l’attenzione degli utenti della strada sulla necessità di riallinearsi agli obiettivi europei di ridurre del 50% il numero di vittime sulle strade entro il 2020; dimostrare che con il sostegno della collettività si può ridurre il numero di vittime e feriti gravi sulle strade europee.
In occasione di tale operazione la polizia stradale predisporrà sull’intero territorio nazionale mirati servizi volti alla riduzione delle principali cause di incidentalità individuabili nella elevata velocità, nel mancato utilizzo dei dispositivi di sicurezza e nell’uso dei telefoni cellulari durante la guida (principale fonte di distrazione).

La campagna è illustrata alla pagina web https://projectedward.eu; tutti coloro che vorranno sostenere la campagna sono invitati a visitare la predetta pagina e a fare click sul tasto “Pledge” (impegno) tramite il quale ciascun utente della strada sottoscriverà formale impegno a rispettare le regole del codice stradale nell’ottica della riduzione dell’incidentalità su tutte le strade europee.

Tispol è una rete di cooperazione tra le polizie stradali nata nel 1996 sotto l’egida dell’UE e vi aderiscono 31 paesi europei, compresi svizzera e Norvegia. L’obiettivo dell’organizzazione è quello di elevare gli standards di sicurezza stradale, armonizzando attività di prevenzione, informazione e controllo attraverso operazioni internazionali congiunte affinchè il numero di vittime della strada si riduca sempre di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.