fbpx
Politica Regioni ed Enti Locali

Rifiuti, Aula Sollano approva atto di indirizzo del gruppo “Uniti per la Città”: indicate le linee guida per ridurre il costo del servizio per il 2016

agrigento_aula_consiliare“Linee guida chiare e puntuali per impegnare e orientare gli interventi dell’amministrazione attiva”.

Questo lo spirito dell’atto di indirizzo, approvato all’unanimità nel corso della seduta di prosecuzione di ieri sera di aula Sollano, presentato dal gruppo “Uniti per la Città”, destinato alla elaborazione di un piano finanziario per la gestione dei rifiuti, relativo all’anno 2016, che sia in linea con le esigenze reali del territorio e meno gravoso per contribuenti.
“Abbiamo voluto farci carico di questa iniziativa – spiegano Giuseppe Picone, capogruppo, e i consiglieri Angelo Vaccarello e Pasquale Spataro – per dare un segnale tangibile, concreto sul ruolo che quest’assise cittadina è intenzionata a svolgere. Non lasceremo nulla al caso quando si tratta di tematiche di questa portata sociale ed economica che vanno ad incidere sensibilmente sull’economia delle famiglie. Sul piano di quest’anno, ereditato, nulla è stato possibile fare per via dei tempi molto ristretti, nonostante le parecchie criticità rilevate. Ma a partire dal prossimo, la nostra azione sarà forte e dirompente per la rimodulazione del costo del servizio che dovrà passare attraverso una serie di proposte che abbiamo individuato e condiviso prima con i capigruppo e poi con l’intero Consiglio comunale. Chiediamo – evidenziano Picone, Vaccarello e Spataro – la verifica finanziaria dei vantaggi economici delle cosiddette “isole ecologiche”. Tali strumenti si riterranno utili solo nell’ipotesi in cui i ricavi siano superiori ai costi. Si dovrà inoltre procedere all’annullamento del servizio e del concetto di “potenziamento del personale”. Si tratta – a nostro avviso – di un costo esagerato, cui non corrisponde un vantaggio in termini di servizi. Ed ancora, attivare una seria attività di lotta all’evasione. Monitorare la scadenza dei termini prescrizionali previsti dalla legge, al fine di evitare la perdita di crediti, per un malfunzionamento della macchina amministrativa. Si proceda a rendere gli archivi informatici più efficienti, ed incrociarli con gli archivi dell’Agenzia delle Entrate e con i gestori del servizio elettrico, al fine di individuare gli evasori, anche attraverso la stipula di convezioni, nelle rispetto della normativa sulla privacy”. Infine gli ultimi due punti contenuti nell’atto di indirizzo. “Sarà importante – concludono i tre consiglieri del gruppo “Uniti per la Città” – individuare un impiegato comunale che si occupi alla verifica giornaliera dell’attività di misurazione del peso presso la discarica e abbattere il costo di ammortamento dei mezzi, attraverso una disamina di quelli utilizzati negli anni, e se ciò si renda necessario, procedere al recupero di tali somme laddove siano state corrisposte e non dovute”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.