fbpx
Regioni ed Enti Locali

Rifiuti, Servire Agrigento: “basta dichiarazioni di circostanza, servono i fatti”

“Le recenti dichiarazioni del vice sindaco di Agrigento Trupia sulla gestione del servizio di igiene ambientale e più in particolare sull’operato del R.T.I. suonano come una presa in giro a danno delle tasche dei contribuenti agrigentini e spostano l’attenzione su quella che è invece la vera questione, vale a dire il costo del servizio”.
E’ quanto affermano i coordinatori provinciali del Movimento politico “Servire Agrigento”, Raoul Passarello e Giuseppe Sortino in riferimento alle inadempienze contrattuali segnalate dall’Amministrazione Comunale di Agrigento nella raccolta dei rifiuti solidi urbani.
“Se, come sostiene il vice sindaco, la qualità del servizio reso sul territorio non è in linea con quanto previsto dal contratto, ci saremmo aspettati – proseguono – una forte presa di posizione sul costo annuo del servizio che invece continua a lievitare gravando sugli agrigentini che pagano una tassa sempre più elevata per ricevere un servizio sempre più scadente. Dai 6,8 milioni di euro all’anno si è passati agli 8 milioni per l’anno 2020.
Non basta puntare il dito contro le imprese se poi non si rimuovono i dirigenti comunali che hanno determinato l’aumento del piano economico finanziario e avallato il cattivo funzionamento del servizio di cui parla il vice sindaco.
Giusto pretendere un servizio adeguato il cui costo – concludono – deve essere rapportato al livello di soddisfazione degli utenti legando la tariffa al reale servizio reso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.