fbpx
Regioni ed Enti Locali

“Rivoluzione” al Comune di Agrigento, “ruotano” i dirigenti. Obiettivo: maggiore efficenza

lillo firettoNovità al Comune di Agrigento. Il Sindaco della città dei Templi, Lillo Firetto (in foto), ha provveduto alla rotazione dei ruoli dirigenziali in seno all’Ente.

Dopo il nuovo organigramma del Comune, che prevede solo sette settori, il primo cittadino ha così attribuito i nuovi incarichi dirigenziali che saranno operativi fino al prossimo 30 settembre. 

Si tratta di sei incarichi a funzionari “apicali” attribuiti “facendo riferimento alle competenze professionali derivanti dai titoli di studio, nonché da specializzazioni o esperienze formative specifiche nonché all’esperienza lavorativa acquisita all’interno dell’Ente“.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale, fin dal suo insediamento, è stato quello di snellire l’apparato burocratico dell’Ente, garantendo maggiore efficienza. Un compito arduo che il Sindaco Firetto sembra essere riuscito ad ottenere rimodulando settori chiavi dell’apparato burocratico.

Come si ricorderà, il mancato raggiungimento degli obiettivi delle passate amministrazioni erano “giustificati” dal mancato “recepimento” da parte dei dirigenti delle direttive politiche. Una opinione che l’attuale amministrazione non ha mai sostenuto, assumendosi quelle responsabilità che oggi hanno portato ad avere un Ente più virtuoso e sicuramente più funzionale.

Una “rivoluzione” dirigenziale che sembra essere una novità per il Comune di Agrigento, dove in passato regnava il sistema in cui venivano elargiti compensi di risultato di fine anno per obiettivi raggiunti. Oggi, la musica sembra essere davvero cambiata con l’amministrazione comunale che dà obiettivi che, solo al raggiungimento, permette di ottenere i previsti premi di risultato. Insomma, tempi “duri” per quei dirigenti che ora dovranno “sudare” per ottenere i premi (previsti dai regolari istituti contrattuali ndr) al raggiungimento dell’obiettivo.

Un meccanismo “virtuoso” messo in atto dall’amministrazione Firetto che, fin dal suo insediamento, ha effettuato rotazioni fra dirigenti che oggi è facile trovare in ufficio anche nelle ore pomeridiane. Una prospettiva totalmente cambiata che nasce da un anno e mezzo di amministrazione che ha intuito i punti di forza, e di debolezza, di un apparato burocratico forse troppo “ingessato”.

Da un lato dunque la riorganizzazione dei Settori profonda, con la nascita, ad esempio, di un settore “anticorruzione” che si sposa con il decreto Minniti sulla sicurezza pubblica, affidata al dott. Cosimo Antonica; e dall’altro una migliore efficienza che la città ed il Comune aveva sicuramente bisogno.

Questo nel dettaglio, il nuovo apparato dirigenziale con i Settori: Avv. Antonio Insalaco, Dirigente responsabile del Settore I “Affari Generali ed Istuzionali­, Affari Legali­, Servizi Sociali”; Dott. Cosimo Antonica, Dirigente responsabile del Settore II “Attività Produttive­, Trasparenza e Anticorruzione ­Servizi Demografici”; Ing. Giuseppe Principato, ad interim, Dirigente responsabile del Settore III “Servizio Sanità­, Ecologia e­ Energia”; Dott. Giovanni Mantione, Dirigente responsabile del IV Settore “Servizi Finanziari”; Ing.Giuseppe Principato, Dirigente responsabile del Settore V “Territorio ed Ambiente­ – Protezione Civile”; Ing. Francesco Vitellaro, Dirigente responsabile del Settore VI “Infrastrutture­Patrimonio”; Dott. Gaetano Di Giovanni, Dirigente responsabile del Settore VII “Polizia Locale”.

L’avv. Antonio Insalaco è stato inoltre designato quale vice segretario generale del Comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.