fbpx
Regioni ed Enti Locali

Rosario Livatino, commemorato il “giudice ragazzino”: ricollocata la stele – FOTO E VIDEO

Torna al suo posto e con essa una targa che ricorda il vile gesto che nel luglio scorso ha danneggiato la stele in memoria del giudice Rosario Livatino.

La stele di marmo è stata ricomposta e oggi, giorno dell’anniversario della morte del “giudice ragazzino”, autorità, istituzioni e cittadini hanno voluto ricordare il sacrificio di un uomo dello Stato, ucciso 27 anni anni fa per mano mafiosa.

Un luogo oramai divenuto “simbolo” della legalità e della giustizia quello nei pressi di contrada Gasena dove il giovane Livatino trovò tragicamente la morte. La targa, realizzata per volontà dell’Associazione “Strada degli scrittori” con “Amici del Giudice Livatino”, “Tecnopolis” e Associazione nazionale magistrati, sezione di Agrigento, è un monito a ricordare che la violenza della mafia va combattuta in ogni sua manifestazione, anche la più meramente simbolica ma, soprattutto, sarà un modo per non cancellare il ricordo di un gesto che ferì profondamente le coscienze. La Strada degli Scrittori è stata infatti considerata, sin dalla sua denominazione, anche la Strada della Legalità.

Tutti presenti oggi con in testa il Prefetto di Agrigento, Nicola Diomede, il procuratore capo Luigi Patronaggio, i sindaci di Agrigento e Canicattì, Lillo Firetto e Ettore Di Ventura, i vertici delle Forze dell’Ordine e i rappresentanti della Cmc e dell’Anas che non sono voluti mancare a questo importante appuntamento. 

Non dimenticare mai – ha affermato il prefetto Diomede – questo tipo di manifestazioni. Lo sforzo che ognuno di noi di noi deve fare è di tenere vivo gli insegnamenti ciò che determinati personaggi ci hanno dato. Livatino ci ha dato la sua trasparenza, la sua onestà, la sua linearità“.

Quella di oggi è una data importante – ha sottolineato il procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio – con un giudice importante da ricordare. Un ottimo magistrato ma un ottimo esempio di virtù cristiana. Oggi ricomponiamo la stele e con questa ricomposizione rimettiamo d’accordo i cittadini onesti con le loro coscienze e conla figura di Rosario Livatino“.

 

(Guarda il video)

img_7248 img_7249 img_7250 img_7255 img_7256 img_7259 img_7260 img_7261 img_7262 img_7263 img_7265 img_7266 img_7267 img_7269 img_7270 img_7271 img_7274 img_7275 img_7276

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.