fbpx
Cultura Regioni ed Enti Locali

Santa Margherita di Belìce: il sindaco chiede a D&G di poter esporre il loro abito nel museo del Gattopardo

palazzo_filangeri_di_cutoIl sindaco di Santa Margherita di Belìce (Ag), Franco Valenti, si rivolge, con una missiva, agli stilisti Dolce e Gabbana. La sua richiesta? Poter esporre l’abito indossato da Giulia Maenza e ispirato al Gattopardo all’interno del museo del Gattopardo.
Il museo è sito all’interno del palazzo Filangeri di Cutò – dice il sindaco – che fu la residenza estiva di Giuseppe Tomasi di Lampedusa e nel quale attualmente sono custodite le lettere, gli appunti e le redazioni manoscritta e dattiloscritta del romanzo, il museo intende far rivivere il Gattopardo e mettere in luce le diverse trasposizioni artistiche che da esso sono state tratte negli anni. Trovo, dunque, che Santa Margherita possa essere la casa ideale per la vostra creazione ed intendo manifestarvi il vivo interesse del paese che rappresento nel custodire ed esporre al meglio la vostra opera“.

Un bel coronamento vista l’imminente XIV edizione del premio letterario internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa che si svolgerà il 12 agosto a Santa Margherita. Una manifestazione che negli anni passati ha visto la partecipazione di celebri scrittori della letteratura mondiale e di grandi artisti italiani che attraverso la musica ed il teatro ci hanno regalato momenti indimenticabili. “Saremmo lieti – scrive Valenti ai due stilisti – di avervi come ospiti di questo evento poiché è anche grazie all’alto artigianato ed alla vostra arte che oggi è possibile riscoprire ed apprezzare la nostra terra”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.