fbpx
Regioni ed Enti Locali

“Sbarchi fantasma” nell’agrigentino: ne parla anche il “New York Times”

sbarco-migranti3Sbarchi fantasma” nell’agrigentino. Un tema ricorrente ed importante, tanto da attirare l’attenzione del famoso “The New York Times” che in un articolo ha parlato del fenomeno e delle cifre degli ultimi sbarchi di migranti sulle coste dell’agrigentino nelle ultime settimane.

Ad accendere i riflettori l’associazione ambientalista MareAmico Agrigento che attraverso Claudio Lombardo ha analizzato il “nuovo” fenomeno migratorio che vedrebbe i migranti partire dalla costa tunisina, piuttosto che da quella libica come avveniva negli ultimi anni.

Sbarchi che avvengono sempre più durante il giorno; se infatti prima i barconi preferivano gli attracchi notturni, gli ultimi casi hanno visto numerosi approdi in pieno giorno sulle spiagge, dove fra i bagnanti i migranti cercano la fuga per non essere rintracciati. Un nuovo fenomeno che nei giorni scorsi ha anche visto l’intervento del procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio, che in una intervista a “La Stampa” ha parlato di “immigrazione pericolosa”. 

Circa 3 mila migranti, principalmente uomini, provenienti dalla Tunisia nei soli ultimi due mesi, con 1.500-1.800 sbarchi sulla costa meridionale della Sicilia e il resto sulle isole minori di Lampedusa o Linosa. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.