fbpx
Apertura Regioni ed Enti Locali

Scala dei Turchi invasa da migliaia di persone durante il Ferragosto: al via la pulizia della spiaggia

E’ stata ancora una volta la Scala dei Turchi e tutto l’arenile che la congiunge con Punta Grande, ad aver fatto registrare il “pienone” durante la notte di Ferragosto e nel corso della giornata successiva.

Migliaia di persone hanno infatti preso d’assalto la spiaggia anche grazie ai diversi chioschi che hanno organizzato eventi di intrattenimento dedicati soprattutto ai giovani che hanno deciso di restare anche fino al mattino successivo alla notte di Ferragosto.

Migliaia di persone che lasciano sulla spiaggia un notevole quantitativo di rifiuti che, anche quest’anno, si sta facendo una certa fatica a raccogliere in tempi brevi. Ieri, 16 agosto, il sistema della raccolta, che a Realmonte funziona a pieno regime e con risultati assolutamente positivi, è infatti giunto a saturazione già alle 8 del mattino non consentendo agli operai della Realmarina di rimuovere tutti i rifiuti presenti in spiaggia lasciati dai chioschi che sorgono tra Villa Romana e Scala dei Turchi. Il tutto, sia perchè il quantitativo di rifiuti era ovviamente di gran lunga maggiore a quello degli altri giorni, sia per la presenza in spiaggia di molte persone che hanno passato la notte sull’arenile, rendendo impossibile, per ragioni di sicurezza, l’utilizzo di mezzi pulisci spiaggia.La pulizia dello spazio antistante ai singoli chioschi da parte degli stessi infatti, si è rivelata insufficiente per la quantità di rifiuti accumulatisi e per questo servirebbero interventi di tipo diverso per evitare criticità future.

E dall’amministratore delegato di Iseda, Giancarlo Alongi arriva la proposta che potrebbe evitare, nel futuro, che queste criticità possano ripetersi.

“Valutando la situazione – spiega – potrebbe essere un’idea quella che il Comune di Realmonte coinvolga proprio i titolari dei chioschi di questa zona balneare che ogni anno si dimostra essere sempre più apprezzata e frequentata da turisti e villeggianti. Il tutto, magari con un contributo economico che permetta all’amministrazione di autorizzare le imprese di Realmarina ad utilizzare più personale e mezzi per queste giornate dove la raccolta dei rifiuti e necessita di maggiori servizi”.

Da qui la necessità paventata da Realmarina al Comune, di avere l’autorizzazione per utilizzare un automezzo aggiuntivo per rimuovere i rifiuti accatastati nei pressi degli accessi degli arenili, previa autorizzazione da parte della discarica di Enna – Cozzo Vuturo per il conferimento di quantità superiori a quelle previste dall’ordinanza attuale che sono di 1 tonnellata e mezzo al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.