fbpx
Regioni ed Enti Locali

Sciacca, “Le Vie dei Tesori”: apre la Chiesa dello Spasimo

Il Comune di Sciacca per il terzo anno consecutivo partecipa a “Le Vie dei Tesori”, uno dei più grandi festival italiani dedicati alla scoperta del patrimonio delle città d’arte della Sicilia. Un’importante occasione di riappropriazione dei luoghi da parte dei cittadini e una straordinaria opportunità per i turisti per visitare tesori sconosciuti o non raccontati.

Definito il programma dei primi tre fine settimana di ottobre, con un calendario fitto che pesca tra le eccellenze artigianali del territorio: orafi, ceramisti, laboratori del gusto e degustazioni di antichi dolci che accompagnano le visite a tredici luoghi. E ancora, passeggiate urbane, laboratori di uncinetto, giri in bicicletta, barca, pescaturismo e un’inedita art-car. Tra i siti di quest’anno – palazzi signorili e collezioni private di solito non visitabili – è molto attesa la chiesa dello Spasimo (dove Germi girò alcune scene di “Sedotta e abbandonata”), chiusa da tanti anni: sarà una scoperta anche per gli stessi saccensi. Per il divertimento dei bambini ci sarà il favoloso giardino del bastione Amato Vetrano con attività ludiche, creative, di narrazione e di sensibilizzazione dell’ecosistema.

Il programma delle Vie dei Tesori a Sciacca sarà presentato nei dettagli lunedì prossimo, 20 settembre 2021, alle ore 10,30, nell’atrio superiore del Palazzo Municipale, nel corso di una conferenza stampa.

Interverranno il sindaco Francesca Valenti, l’assessore alla Cultura Gisella Mondino, il presidente e vicepresidente della Fondazione Le Vie dei Tesori Laura Anello e Marcello Barbaro, Alfio Bonaccorso, Responsabile Area Retail Agrigento di UniCredit, main sponsor del festival, e i rappresentanti dei partner dell’edizione di quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.