fbpx
Apertura Cronaca

“Scommesse clandestine sotto l’egida della ‘Ndrangheta”: fermo convalidato per agrigentino

E’ stato convalidato il fermo per il 44enne agrigentino Davide Schembri, già responsabile di una agenzia di scommesse, finito nei guai nell’ambito della maxi inchiesta condotta dalla Dda di Reggio Calabria su un presunto giro di scommesse on-line clandestine con la regia della ‘Ndrangheta.

Il giudice per le indagini preliminari ha infatti disposto gli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico. Al 44enne vengono contestate le accuse di associazione a delinquere e associazione mafiosa ma cade l’aggravante dell’essere stato uno dei capi.

Secondo l’accusa, durante il suo interrogatorio di convalida, assistito dai suoi legali, ha cercato di ricostruire i suoi rapporti con il 26enne calabrese Danilo Iannì sottolineando di non avere mai avuto alcun rapporto di natura commerciale.

La convalida del fermo è avvenuta per rogatoria ed ora gli atti sono stati trasferiti al tribunale di Reggio Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.