fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Scontata la condanna: torna libero l’uomo accusato di tentata estorsione per “conto” del boss Messina

tribunaleTorna in libertà il 60enne Ignazio Natalello, arrestato e accusato di tentata estorsione ai danni di alcuni esercizi commerciali del Villaggio Mosè, ad Agrigento.

L’uomo, secondo l’accusa avrebbe chiesto dei soldi ai proprietari di quattro negozi del popoloso quartiere, contattandoli nei giorni successivi dicendo di dare loro una protezione. Una storia che avrebbe visto lo stesso Natalello, che ha scontato la pena, affermare presumibilmente che “bisognava fare una colletta per Gerlandino Messina”.

Dopo la condanna della Cassazione, l’uomo ha scontato la pena ai domiciliari a due anni e ora è tornato in libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.